Home Cronaca Cronaca Genova

Omicidio anziana al Lagaccio, accusato cambia versione

0
CONDIVIDI
Omicidio anziana al Lagaccio, accusato cambia versione

GENOVA. 2 MAG. Il presunto omicida di Anna Carla Arecco, la donna di 85 anni scomparsa il 28 aprile e trovata morta nascosta sotto un letto nell’appartamento del suo vicino di casa, in via Lagaccio 2 a Genova, cambia versione.

Il 34enne Pierluigi Bonfiglio, che alla fine dell’interrogatorio dei carabinieri si era autoaccusato del delitto, durante l’interrogatorio davanti al pm, assistito dall’avvocato Alessandro Sola, ha cambiato versione.

“Venerdì sera – ha detto Bonfiglio – sono salito in casa della signora con un pusher. Mi sono fatto aprire la porta con una scusa. Lo spacciatore l’ha portata in casa mia e io sono rimasto nel suo appartamento per rubare perché dovevo pagarmi la droga. E’ stato lui a ucciderla con una spranga di ferro. Io non avevo intenzione di ucciderla”.


Bonfiglio ha poi detto di aver preso del denaro e degli anelli e di averne dato uno al pusher e gli altri ad un compra ora di via Balbi.

Infine di aver nascosto la vicina, ormai morta, sotto il letto “non sapendo cosa fare”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here