Home Cultura Cultura Genova

Oggi primo appuntamento degli incontri su Modì al Ducale

0
CONDIVIDI
Modigliani, Pepi: a Genova opere dubbie. La risposta del Ducale

GENOVA. 21 MAR. Oggi, martedì 21 marzo 2017 alle ore 17.45 nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale è in programma il primo appuntamento del ciclo di incontri Modì. Intorno alla mostra Modigliani. Il primo titolo è ”Classico senza tempo. Modigliani e l’antico” a cura di Anna Orlando.

Volti allungati definiti da linee pure, nudi statuari delineati da tratti sinuosi. Cosa c’è dietro quegli sguardi privi di occhi? Cosa evocano le forme di quei corpi?

Sarà Anna Orlando, storico dell’arte, curatore e giornalista a parlarci di questo con passione e competenza. La concezione della pittura di Modigliani è basata sul disegno lineare, la purezza arcaica della sua scultura e la vita romantica e tribolata di miseria e malanni fanno di lui una personalità eccezionale nel quadro dell’arte moderna, isolata dalle correnti del gusto contemporaneo (cubismo, futurismo, dadaismo e surrealismo) pur lavorando nel loro stesso periodo. Oggi, Modigliani è universalmente considerato come uno dei più grandi artisti del XX secolo e le sue opere sono esposte nei più grandi musei del mondo.


La Orlando è studiosa specialista di pittura del ‘600, autrice di oltre 100 titoli scientifici e curatore di diverse mostre a Genova e fuori, ha pensato da alcuni anni per Palazzo Ducale i cicli di incontri mirati ad approfondire i temi che scaturiscono dalle principali mostre in programma. Dopo Fida Kahlo e Diego Rivera (2014), Le Avanguardie del ‘900 (2015), I grandi maestri dell’Impressionismo (2015), I Grandi musei d’America (2016), Novecento italiano oltre il Pop (2016), i quattro incontri della primavera 2017 sono interamente dedicati alla vita e all’arte di Amedeo Modigliani.

Oggi affronta il rapporto tra Modigliani e il mondo classico, i modelli e i riferimenti che lo hanno ispirato.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here