Oggi a Zinola l’ultimo saluto a Valeria Rossi

0
CONDIVIDI
Valeria Rossi
Valeria Rossi

SAVONA. 28 MAG. Il mondo del giornalismo della Riviera di Ponente è in lutto per la morte di Valeria Rossi, molto nota ed amata anche nel comprensorio ingauno. L’ ultimo saluto alla giornalista, che ha diretto nella sua lunga carriera molte riviste, giornali e siti on line, verrà dato questa mattina alle ore 11 al Cimitero di Zinola. La Rossi che aveva 63anni, era anche molto nota per la sua passione civile e per il grande amore per gli animali: aveva dedicato loro più di cento libri e ne era valida addestratrice.

Autrice di libri e programmi televisivi dedicati ai quattro zampe, era diventata famosa grazie ad una serie di programmi televisivi sulla Rai. Nel comprensorio albenganese aveva diretto con grande passione e capacità per alcuni anni due importanti testate giornalistiche cartaceee ed on line: “Il Ponente” e “ Savona e Ponente”. Dopo la chiusura della testata on line si era trasferita a Torino.
Insieme agli altri illustri e scomparsi giornalisti Giuseppe Morchio, Gianmario Siboni, Romano Strizioli, Ernani Iezzi, Augusto Rembado, Marisa Siffredi, la Rossi è stata uno dei più acuti osservatori della Riviera di Ponente.

La Rossi era nota soprattutto per essere una presenza fissa su Rai Due nella trasmissione “Cronache Animali” come esperta cinofila. Negli ultimi tempi aveva accusato dolori ossei, che si sono rivelati poi ben più gravi ed il triste inizio di una dolorosa Via Crucis.
“Generosa, peraparata, solare, disponibile – racconta il giornalista Adalberto Guzzzinati- Valeria era altruista e si batteva per cause di grande valenza non solo per gli animali, ma anche in quelle civili come quella che la vide protagonista nella lunga vicenda delle proteste contro la Tirreno Power di Vado Ligure. Una cara collega ed amica che ci macherà”.

 

Dopo aver dedicato 25 anni all’allevamente ed all’addestramento dei cani era considerata una delle maggiori esperte italiane del settore: per questo le venne affidata la celebre serie televisiva “I fedeli amici dell’uomo” e successivamente la conduzione del programma TV “Ti presento il cane” che aveva preso il nome proprio da quella che era la sua nota rivista cartacea. Ha poi messo a disposizione la sua grande esperienza nel mondo cinofilo dirigendo e curando corsi, stage e sminari di alto livello. Non solo con la docenza nei corsi di lievvlo nazionale dell’ ENCI, ma collaborando anche alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione.

La nostra redazione si unisce al cordoglio del suo compagno Adelchi, del figlio Davide, della nuora Fabiana, degli amici e famigliari per la perdita di una così valida e cara persona.

CLAUDIO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO