Nuovo sversamento nel Polcevera, emergenza finita: forse è doloso

2
CONDIVIDI
I vigili del fuoco intervengono con lo schiumogeno a San Quirico
I vigili del fuoco intervengono con lo schiumogeno a San Quirico
I vigili del fuoco intervengono con lo schiumogeno a San Quirico

GENOVA. 3 MAG. Stavolta, secondo i primi accertamenti, potrebbe trattarsi di un atto doloso. Qualcuno, infatti, avrebbe sversato la benzina da un’autobotte. Tra le ipotesi ci sono quelle di un lavaggio di una cisterna oppure quella dei furti di carburante, avvenuti nelle scorse settimane a Genova.

L’emergenza per alcune centinaia di litri di idrocarburi, la maggior parte benzina, sversati ieri sera nel torrente Polcevera a San Quirico, è finita. La situazione è sotto controllo e i lavori di bonifica dei vigili del fuoco e degli altri tecnici proseguono senza sosta con panne, idrovere e schiumogeni.

Lo ha confermato stamane in consiglio regionale l’assessore regionale alla Protezione civile Giampedrone, che con il ministro Galletti, il governatore Toti, l’assessore regionale Rixi, il sindaco Doria e l’assessore comunale Crivello, ieri notte si sono precipitati in Val Polcevera.

 

Sul nuovo mini disastro ambientale indaga la procura genovese, che sta valutando “eventuali ipotesi di reato” e ha chiesto la relazione definitiva dei tecnici. Il nuovo sversamento non ha nulla a che vedere con quello avvenuto domenica 17 aprile a 5 chilometri di distanza a Fegino.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO