Nuovo pestaggio sul bus, stavolta l’autista interviene

0
CONDIVIDI
Ragazzo down aggredito sul bus
Ragazzo down aggredito sul bus
Ragazzo down aggredito sul bus

GENOVA. 6 OTT. Un ragazzo down di 26 anni ieri sera prima è stato offeso e preso in giro all’altezza della Foce. Poi è stato aggredito con un pugno da un 50enne su un bus della linea 20 fra Di Negro e via Buranello, a Sampierdarena. Un paio di mesi fa, un altro giovane era stato vittima di un pesante pestaggio sul bus a Genova perché ritenuto (ingiustamente) gay. Se ad agosto il conducente non era intervenuto, stavolta l’autista, Morena Baldini, ha bloccato il mezzo e ha chiamato la polizia appena si è accorta degli strattoni e del pugno sferrato dall’altro passeggero. Fondamentale l’utilizzo della telecamera, che ha permesso alla dipendente Amt di rendersi conto di quanto stava accadendo. Il 26enne è stato medicato al pronto soccorso e le sue condizioni sono buone.

Purtroppo a bordo c’erano molte persone, che non hanno mosso un dito e sono rimasti a guardare. Una vergogna. Morena Baldini ha chiesto a due passeggeri di fermarsi, almeno per fornire la testimonianza ai poliziotti, fornendo anche l’identikit dell’aggressore.

Si tratta di un 50enne, alto un metro e novanta, che portava a tracolla una borsa nera con un vistoso stemma giallo. Quando l’aggressore è scappato era talmente sicuro di sé, che si è dileguato per i marciapiedi fra Di Negro e Sampierdarena senza neanche correre.

LASCIA UN COMMENTO