Not(t)e sui Borghi a Sesta Godano

0
CONDIVIDI
NOT(t)E sui BORGHI
NOT(t)E sui BORGHI
NOT(t)E sui BORGHI

LA SPEZIA. 14 AGO. Ritornano i concerti di “NOT(t)E sui BORGHI“, il cartellone “sestagodanese” di concerti sul territorio comunale, giunto alla sua seconda edizione, con l’intento di riunire eventi musicali del territorio comunale in un unico cartellone in funzione della promozione della cultura musicale sul territorio e della valorizzazione dei caratteristici borghi di Sesta Godano.

Il comune di Sesta Godano copre un’area di 68 km2, sul quale sono disseminati tredici bellissimi borghi, ricchi di storia e di tradizione, il centro comununale, la SESTA, la cui parte antica segue il tracciato dell’asse viario medioevale era luogo di incontro e talvolta di scontro fra le comunità delle frazioni.

Dagli studi di archivio emerge come dato storico questa frammentazione, nessuno dei 13 paesini è mai diventato un “catalizzatore” demografico, tale da poter concetrare quindi la popolazione su di se, emergendo fra gli altri.

 

Il cartellone NOT(t)E sui BORGHI vuole porre l’attenzione sulle comunità locali, attraverso un momento conviviale di incontro e ascolto e promuovere la conoscenza degli ameni paesini, quasi “assediati” dal verde d lussureggiante della val di vara.

Il primo della serie di concerti “Impressionismo in musica” è previsto per il giorno 17 agosto alle ore 17:30 presso la frazione di Bergassana. Si esibiranno Laura Basteri, flauto; Ignazio Alayza, viola; Valentina Vatteroni, arpa.  Il concerto è offerto dal Consorzio IL CIGNO, in collaborazione con il Conservatorio Puccini e con il Comitato Parrocchiale San Rocco di Bergassana, con il Patrocinio del Comune di Sesta Godano.  Bergassana è facilmente raggiungibile dal centro comunale di Sesta Godano, collocato su un’altura a pochi km dall’indicazione sulla statale fra Brugnato e Sesta Godano. Il borgo faceva parte del feudo di Godano, sottoposto pertanto al dominio della famiglia Malaspina. Seguendo la scalinata che dal piazzale/parcheggio conduce alla chiesa parrocchiale di Sant’Andrea è possibile scorgere interessanti resti murari medioevali, le aia pensili, elemento architettonico caratteristico della val di vara. Dal sagrato, posto nell’area sommitale della costa, si possono scogere ampie vedute panoramiche sulla vallata sottostante e i borghi limitrofi, fra cui Godano con le creste murarie della fortezza medioevale. La veduta panoramica tradisce la storia dell’antica viabilità di crinale, che costituiva una rete fra i tanti borghi situati sulle colline circostanti.

Al termine del concerto, sarà possibile “gustare una fetta” di val di vara, grazie ad un rinfresco a base di prodotti locali, preparati secondo la tradizione dagli abitanti di Bergassana.

Il concerto del 17 sarà un’ottima occasione quindi per godere di buona musica, ottima accoglienza e “assaggiare” un po’ del territorio, alla scoperta di un borgo incantevole e ricco di fascino.

Prossimo appuntamento a Pignona di Sesta Godano con il Quartetto Improvviso, il giorno 25 agosto alle ore 21:00, seguirà comunicato.

Per altre info https://www.facebook.com/comunedisestagodano

LASCIA UN COMMENTO