NON SOLO CALCIO – I DEFIBRILLATORI DI LEVANTO

0
CONDIVIDI

Nella sala consiliare del Comune di Levanto, alla presenza del sindaco Ilario Agata, di Francesco Losciale e di una rappresentativa dei volontari si è svolta la cerimonia di consegna di due defibrillatori  che sono stati acquistati con l’incasso del Torneo “Raso” (intitolato ai fratelli Gigi e Giorgio che furono noti sportivi della zona)​ che s’è svolto in loco l’estate scorsa; organizzato dalla Asd Levantese di cui Losciale, oltre a essere Responsabile del Settore giovanile del Vecchio Levanto, è presidente.

Nonostante la mancanza del punto ristoro, dovuto a problemi legati alla commissione edilizia, che gli altri anni ha sempre sostentato i partecipanti…la popolazione locale ha risposto positivamente, permettendo così la donazione al Comune di Levanto, che collocherà tale dono presso il campo di Moltedi, come all’ Anspi di questi due macchinari salvavita. Il resto dell’incasso è stato invece destinato al fondo I sogni di Ale”: sorto in memoria del bimbo di Sesta Godano prematuramente scomparso quest’anno.

Losciale ha inoltre ringraziato il primo cittadino per aver concesso gratuitamente l’uso della struttura sportiva e i volontari che anche quest’anno si sono prodigati per la riuscita della manifestazione. Ha preso poi la parola Jacopo Defranchi​ del Pronto Soccorso locale, il quale ha illustrato l’importanza di avere a disposizione un macchinario salvavita come il defibrillatore e di come occorra usarlo in maniera corretta, da ciò dipende la salvaguardia di una vita umana.

 

Al termine del discorso conclusivo di Agata, che ha ribadito l’impegno del Comune a favore di queste iniziative, è seguito un rinfresco gentilmente offerto dall’organizzazione del “Raso”. L’appuntamento col torneo è ora per l’anno prossimo, ma non è escluso che ci siano altre manifestazioni analoghe, però con la presenza di tutte le discipline sportive che si svolgono a Levanto.

Per la cronaca l’ Associazione “I sogni di Ale” raccoglie fondi per la ristrutturazione e l’arredo della sala d’ attesa del reparto di Rianimazione dell’ ospedale “Gaslini” di Genova / Eventuali contributi all’ Iban IT09K0617549850000000541280.

raso4

Nella foto un’ immagine dall’ ultima edizione del “Raso”

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO