Nomadi sinti violenti condannati dalla Regione

0
CONDIVIDI
Il campo nomadi a Bolzaneto
Il campo nomadi dei sinti a Bolzaneto
Il campo nomadi a Bolzaneto: oggi la Regione ha condannato il massacro del pensionato genovese ad opera di un gruppo di sinti stanziali in città

GENOVA. 12 GEN. «Il buon senso ha trionfato: siamo soddisfatti per l’approvazione unanime, da parte di tutti i capigruppo in consiglio regionale, per l’ordine del giorno che condanna il violento pestaggio del pensionato genovese, avvenuto lo scorso mercoledì al casello di Genova Bolzaneto ad opera di un gruppo di nomadi sinti».

Alessandrio Piana, capogruppo in Regione Liguria della Lega Nord, oggi ha incassato l’ok all’unanimità dell’ordine del giorno che impegna la giunta e il presidente a “condannare fermamente l’episodio violento e situazioni analoghe, a continuare a diffondere in tutto il territorio ligure la cultura della legalità e della giustizia, a manifestare la piena e convinta solidarietà ai militari e agli appartenenti alle forze dell’ordine, che devono fronteggiare, sempre più frequentemente, anche situazioni di scarso rispetto per l’autorità e di scarsa collaborazione da parte di determinati individui”.

«È evidente che la sensibilità nei confronti di episodi di eclatante violenza a dir poco gratuita sopratutto verso le persone più deboli stia decisamente aumentando – commenta Piana – non è più possibile tollerare l’illegalità diffusa e “terre di nessuno” dove tutto è concesso».

LASCIA UN COMMENTO