Home Economia Economia Genova

Nodo ferroviario di Genova, la Regione a fianco dei lavoratori

0
CONDIVIDI
I lavoratori di Fergen/RFI ricevuti stamane in Regione

GENOVA. 6 DIC. I lavoratori del nodo ferroviario di Genova stamane hanno manifestato in consiglio regionale, preoccupati per il loro futuro e l’assenza di risposte da parte del Consorzio appaltante Fergen e di RFI. Una delegazione è stata ricevuta dal presidente del consiglio Francesco Bruzzone, dall’assessore Gianni Berrino e dai rappresentanti di tutti i gruppi.

“Che Fergen tratti in questo modo – spiega il capogruppo regionale della lega Nord Liguria Alessandro Piana – e non consegni neanche il biglietto di ritorno per i lavoratori, che domani partiranno da Genova per le feste in famiglia con un biglietto di sola andata, non è soltanto inaccettabile, ma appare inumano.

RFI deve farsi carico di rispettare gli accordi presi per il territorio e rispettare gli operai perché è responsabile in solido con il Consorzio appaltante Fergen, come d’altronde è previsto dalla legge.


Domani, durante l’incontro previsto in Prefettura con i vertici di RFI, la Regione chiederà impegni precisi. La Liguria è stata abbandonata a se stessa per anni. Ora bisogna cambiare pagina concretamente, rispettando gli accordi, il territorio e i lavoratori. Pertanto, RFI deve fornire un documento scritto che attesti la volontà di garantire la continuità occupazionale e proseguire nei lavori, molto importanti per la nostra regione.

L’accordo tra Fergen e RFI potrà avere come garante l’ente regionale, ma occorre dire stop al massimo ribasso. Anzi, per tutelare i livelli occupazionali e la clausola sociale, bisognerebbe proprio eliminarlo dal codice degli appalti. Altrimenti, in futuro, continueranno ad esserci pessimi risultati come quello a cui assistiamo purtroppo oggi a Genova. E’ chiaro che se un appalto vale un miliardo di euro e il ribasso è del 20-25%, non si riuscirà mai a concludere velocemente e bene un’opera pubblica, né a dare tutte le opportune garanzie occupazionali”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here