No Borders, Toti e Rixi: vandali scansafatiche, ubriaconi e vigliacchi

0
CONDIVIDI
La Sala Trasparenza, che ospita i giornalisti, imbrattata ieri sera durante i vandalismi dei No Borders, centri sociali e anarchici
La Sala Trasparenza, che ospita i giornalisti, imbrattata ieri sera durante i vandalismi dei No Borders, centri sociali e anarchici
La Sala Trasparenza, che ospita i giornalisti, imbrattata ieri sera durante i vandalismi dei No Borders, centri sociali e anarchici

GENOVA. 17 APR. “Avremmo sperato che dopo la sbornia del sabato sera si fossero presentati oggi a pulire ma non è successo e abbiamo dovuto utilizzare i soldi dei cittadini per rimediare a gesti così vili”.

Non si è fatta attendere la reazione del governatore ligure Giovanni Toti sulle devastazioni e i vandalismi messi in atto durante il corteo di rete No Borders, centri sociali e anarchici, che ieri sera hanno tenuto in ostaggio Genova e scritto nella sede della Regione: “Toti? Sta minchia”.

Su Facebook stamane è spuntato anche il commento dell’assessore regionale Edoardo Rixi: “Migranti la rabbia dei centri sociali. La rabbia dei centri sociali? Genova ostaggio di questi imbecilli! E’ questa la loro idea di contestazione? Muri imbrattati, vandalismo, aggressione alle forze dell’ordine. Ha ragione chi dalle finestre gridava loro:”delinquenti”. Perché questi non sono altro che figli di papà senza rispetto per nessuno. Ci vorrebbero tante pedate e mandarli a ripulire lo scempio che hanno combinato”.

LASCIA UN COMMENTO