No borders nei guai per il commissariato centro

0
CONDIVIDI
No borders nei guai per le scritte al commissariato centro
No borders nei guai per le scritte al commissariato centro
No borders nei guai per le scritte al commissariato centro

GENOVA. 15 DIC. Dieci persone sono state indagate a vario titolo per l’assalto dimostrativo degli attivisti del movimento No borders contro il commissariato genovese di piazza Matteotti ai primi di ottobre.

Alcuni attivisti avevano manifestato con fumogeni ed opposto delle scritte con spray sulle vetrine sotto il commissariato centro in solidarietà agli attivisti che erano stati sgomberati a Ventimiglia mentre manifestavano con i migranti.

I poliziotti della Digos li hanno identificati nonostante avessero il viso nascosto da passamontagna e sciarpe.

 

Si tratta di anarchici e antagonisti che gravitano nei centri sociali della città.

Devono rispondere di una serie di reati: dal danneggiamento all’imbrattamento di muri e vetrine e all’accensione dei fumogeni. (nella foto: una delle scritte presenti sotto il commissariato centro).

LASCIA UN COMMENTO