No Borders a Ventimiglia: “We are not going back”

1
CONDIVIDI
No borders ed immigrati manifestano a Ventimiglia
No borders ed immigrati manifestano a Ventimiglia
No borders ed immigrati manifestano a Ventimiglia

IMPERIA. 15 MAG. Circa 150 No Borders, al grido di “We Are Not Going Back” sono giunti a Ventimiglia davanti alla sede del Comune. A loro si sono aggiunti circa 100 immigrati che sono giunti dalla Stazione; tutti cantano: “Freedom, liberté, libertà”, nelle varie lingue ed espongono uno striscione.

Inevitale l’intervento delle forze dell’ordine in assetto antisommossa che hanno blindato la zona, presidiando, oltre il Comune, anche il casello autostradale.

I No Borders contestano in particolare la decisione di allontanare dal territorio di Ventimiglia tutti i migranti che avevano deciso di non farsi identificare. Sulla pagina Facebook parlano di torture e deportani ed di una “vera e propria caccia all’uomo in corso a Ventimiglia”.

1 COMMENTO

  1. No borders? Tutti figli di papà!! E ci dobbiamo tenere dei clandestini senza sapere chi sono, se hanno malattie e cosa cavolo fanno? Siamo matti!
    Rimandiamoli a casa!

LASCIA UN COMMENTO