Nessuna chiusura per l’ospedale di Recco

0
CONDIVIDI
Regione. Nessuna chiusura per l'Ospedale di Rapallo
Regione. Nessuna chiusura per l'Ospedale di Recco
Regione. Nessuna chiusura per l’Ospedale di Recco

GENOVA. 5 AGO. Fabio Tosi (Movimento 5 Stelle) ha presentato un’interpellanza, sottoscritta anche dai colleghi Francesco Battistini, Alice Salvatore, Andrea Melis, Marco de Ferrari, Gabriele Pisani in cui ha chiesto «per quale motivo siano state effettuate spese ingenti di ristrutturazione per una struttura che si sapeva già in precedenza che sarebbe stata chiusa e quali  scelte e considerazioni  hanno portato ad attuare questa pratica».

Il Consigliere ha ricordato che negli anni 2009 – 2010 l’ospedale di Recco è stato ristrutturato e sono state predisposte due nuove sale operatorie ma «pare, sia prevista la chiusura della struttura ospedaliera proprio ora che è stata rimessa a nuovo».

Il polo, secondo le informazioni assunte dal consigliere,  ospita 13-14 posti riservati ai malati di mente, esiste ed è operativa una sala prelievi ed è attiva una cooperativa che si occupa di persone autosufficienti. «L’ospedale di Recco serve ad un alto e considerevole numero di utenti perché il territorio rientra nel Golfo Paradiso quindi, in caso di chiusura della struttura – ha aggiunto – si creerebbe un forte disagio alla cittadinanza a cui viene a mancare un servizio fondamentale di assistenza socio-sanitaria». Nel documento viene ricostruita anche la vicenda giudiziaria relativa agli esposti presentati al Tar da un comitato di cittadini contro la chiusura.

 

Per la giunta ha risposto l’assessore alla sanità, Sonia Viale: «Non è prevista alcuna chiusura della struttura, così come è attualmente strutturata» ha affermato sottolineando che la volontà dell’attuale giunta di mantenere attiva la struttura è testimoniata anche dal fatto che lo scorso 30 giugno il presidente Toti, in prossimità dello scadere dei termini del progetto codice d’argento, ospitato nell’edifico, ha emanato il decreto che consente la prosecuzione del progetto stesso. «Per quanto riguarda la trasformazione da ospedale all’attuale destinazione – ha concluso l’assessore – le motivazioni sono in capo alla precedente giunta».

Tosi si è detto soddisfatto ed ha chiesto di poter avere le delibere riguardanti la struttura, emanate dalla giunta passata.

LASCIA UN COMMENTO