Nessun abuso in casa famiglia a Celle, assolto l’educatore

0
CONDIVIDI
Nessun abuso su minori nella casa famiglia La Mimosa a Celle Ligure: assolto perché il fatto non sussiste l'educatore e gestore della struttura
Nessun abuso su minori nella casa famiglia La Mimosa a Celle Ligure: assolto perché il fatto non sussiste l'educatore e gestore della struttura
Nessun abuso su minori nella casa famiglia La Mimosa a Celle Ligure: assolto perché il fatto non sussiste l’educatore e gestore della struttura Massimiliano Casareto

SAVONA. 25 FEB. Massimiliano Casareto l’altro giorno è stato assolto perché il fatto non sussiste dall’infamante accusa di violenza sessuale su minori. Nel 2014, il 47enne era stato ingiustamente arrestato e poi rilasciato. Lui si era difeso in lacrime, spiegando che era innocente, ma gli inquirenti avevano creduto ai ragazzini.

I giudici del Tribunale di Savona, invece, hanno accolto le tesi della difesa, rappresentata dai legali Guglielmo Gulotta e Mario Scopesi, sui presunti casi di abusi ai danni di tre ospiti della casa famiglia La Mimosa di Celle Ligure, gestita da Casareto, che si erano costituiti parte civile e non hanno ottenuto nessun risarcimento.

I presunti episodi risalgono al periodo compreso tra il 2001 e il 2009. La struttura era stata sgomberata e l’indagine aveva coinvolto anche la moglie di Casareto.

 

Per l’ex responsabile della casa famiglia, il pm aveva chiesto una pena di nove anni di reclusione. Le parti civili hanno annunciato l’intenzione di ricorrere in appello, ma dopo avere letto le motivazioni della sentenza di assoluzione.

 

LASCIA UN COMMENTO