Nervi, raffiche a 110 km/h: ancora chiusi i giardini del levante

0
CONDIVIDI
Tromba d'aria a Nervi: danni nel levante genovese per il maltempo

GENOVA. 14 OTT. La perturbazione che si è abbattuta sulla città di Genova intorno alle ore 13.30 ha causato, oltre a numerosi disagi, anche diversi danni soprattutto nel levante cittadino. Il territorio del Municipio Levante è stato interessato da forti raffiche di vento associate all’arrivo del fronte perturbato, che – in particolare a Nervi – hanno raggiunto una velocità pari a 110 chilometri orari.

L’assessore alla Protezione civile Giovanni Crivello, che ha seguito costantemente l’evolversi della situazione dalla Sala emergenze al Matitone, appena le condizioni atmosferiche lo hanno consentito si è recato sui luoghi maggiormente colpiti per verificare l’entità dei danni e coordinare, insieme ai tecnici della Protezione Civile e della Pubblica Incolumità, i primi interventi. Insieme a lui l’assessore ai lavori pubblici del Municipio Levante, Michele Raffaelli.

I sopralluoghi sono stati effettuati a Sant’Ilario dove la furia del vento ha abbattuto diversi alberi, alcuni letteralmente sradicati, altri pesantemente danneggiati. Moltissimi i rami caduti sulle strade – alcuni anche di portata significativa – che fortunatamente non hanno prodotto conseguenze per le persone. Danni anche alle abitazioni con tetti pesantemente danneggiati e tegole divelte. Situazione simile anche in piazza Duca degli Abruzzi e in Passeggiata Anita Garibaldi con diversi crolli  sia di rami che di tegole e il tetto del Castelluccio scoperchiato. Lungo la strada statale Aurelia – in via Donato Somma – è crollata la gru di un cantiere privato rovinando sulle strutture di una serra.

 

“I segni del passaggio della perturbazione sono molto pesanti, ma non abbiamo registrato feriti o danni alle persone – dichiara l’assessore alla Protezione civile Giovanni Crivello – Stiamo lavorando, insieme a tutti i soggetti coinvolti, perché la situazione torni alla normalità nel minor tempo possibile. Vorrei sottolineare la perfetta sinergia tra Protezione Civile del Comune, gruppi di volontari della protezione civile, Polizia Municipale, Municipi, Vigili del Fuoco e Prefettura”.

Il Comune di Genova ricorda che i Parchi Serra-Gropallo e Grimaldi, Villa Stalder, Giardini di via Bottini, Giardini di via Nullo sono chiusi fino ad avvenuta verifica delle condizioni dell’alberatura.

Per motivi di sicurezza rimangono chiuse con transenne piazza Duca degli Abruzzi a Nervi e Giardini di piazza Rusca a Quinto.

 

LASCIA UN COMMENTO