ARCHIVIO

NEPAL. TERRIBILE IL BILANCIO UFFICIALE. SONO 3218 IN MORTI

KATHMANDU. 27 APR. Peggiora terribilmente il bilancio delle vittime del terremoto in Nepal di sabato scorso.

Secondo la polizia nepalase di Kathmandu le vittime del terremoto sarebbero 3.218; mentre i feriti sarebbero 5.638, ma il bilancio è ancora provvisorio.

L'ultima scossa è stata registrata oggi alle 6:24 locali (le 2:39 italiane), una scossa di magnitudo 4,2 gradi sulla scala aperta Richter, con epicentro a 42 chilometri ad ovest di Katmandu. Dopo la prima forte scossa di sabato di magnitudo 7,9 Richter ci sono state 45 altre scosse superiori a 4,5 gradi e 15 quelle sopra 6,5 gradi.

Almeno 200 alpinisti e guide nepalesi sono bloccati sul monte Everest per le valanghe causate dal terremoto e sul posto sono giunti alcuni elicotteri.

Mentre non si ha ancora nessuna notizia dei quattro speleologi italianidel Soccorso alpino che si trovavano a Langtang per una spedizione per l'esplorazione di alcune forre.

Nel frattempo, fra mille difficoltà, è partita la macchina dei soccorsi. Come si può ben immaginare manca di tutto dall'acqua ai medicinali con tanti sfollati che si dirigono verso Kathmandu dormendo in ricoveri fortuna, in auto o anche per strada.

La Cina ha inviato in Nepal, una missione umanitaria composta da 58 medici. I medici, precisa l'agenzia Nuova Cina, sono già arrivati a Kathmandu portando con loro 13 tonnellate di medicine e hanno in programma di rimanere in Nepal per dieci giorni.

La Cina stessa, è stata colpita dal sisma, che ha causato la morte di 21 persone nella Regione Autonoma del Tibet dove oltre 24mila persone sono state evacuate dalle zone di confine.

Anche la Russia ha attivato un convoglio umanitario composto da medici, attrezzature, medicine ed acqua.

L'Italia ha stanziato 300.000 euro per l'emergenza umanitaria.

[youtube]https://youtu.be/N0IzHE2KNRE[/youtube]