ARCHIVIO

Nel centro di Chiavari arriva il Festival della Parola

CHIAVARI. 24 APR. Il Festival della Parola è giunto alla quarta edizione e come di consueto si svolge dal 4 al 7 maggio a Chiavari. Temi principali degli incontri sono la parola e le sue varie potenzialità; di questo se ne parla tra spettacoli, conferenze e dibattiti che hanno luogo nei teatri ed auditorium della città e nelle associazioni chiavaresi come la Società Economica, anch’essa sostenitrice di queste iniziative culturali.

Ai convegni e dibattimenti si alterneranno giornalisti, scrittori, musicisti, attori, studiosi per parlare del tema del festival; gli alunni delle scuole chiavaresi interverranno nelle discussioni esponendo le loro ricerche ed elaborati assieme a tanti ospiti ed innovative sorprese. La manifestazione di questo anno è incentrata sulle figure del cantautore ligure Luigi Tenco e dello scrittore George Simenon, le note della canzone dell'artista ligure “Un giorno dopo l’altro" faranno da colonna sonora alla manifestazione; questa musica nel 1966 divenne la sigla di apertura dello sceneggiato televisivo Rai: “Le inchieste del commissario Maigret”, interpretato da Gino Cervi e ispirato all’amatissimo personaggio creato da Georges Simenon.

Il Festival si concluderà domenica 7 maggio, con l’intervento di Marco Travaglio, noto giornalista e direttore de Il Fatto quotidiano, che presenterà il suo ultimo recital dal nome accattivante Slurp. L’insieme della manifestazione e l’organizzazione hanno un costo complessivo di 71mila e 500 euro. Il Comune partecipa con un finanziamento di 22mila e 500 euro, mentre dalla Carige finanzia 25 mila euro, quale somma dovuta al Comune per lo svolgimento del servizio di tesoreria. Il rimanente della spesa è finanziato dagli sponsor con 12 mila e 200 euro da Duferco Energie e 11mila e 800 da sponsorizzazioni di cui beneficia l’associazione Le Musa Novae, che organizza l’evento.ABov.