Neacsu in mostra a Pozzo Garitta

0
CONDIVIDI
Constantin Neacsu
Constantin Neacsu

SAVONA. 7 FEBBR. Il noto artista rumeno Constantin Stan Neacsu, da diversi anni membro dell’Associazione Amici nell’ Arte, che ha sede ad Albenga, è stato invitato dal prestigioso Circolo degli Artisti albisolese per una personale. L’ inaugurazione della mostra è in programma sabato 13 febbraio alle ore 16 e 30 presso la sede espositiva dell’ associazione situata nel prestigioso Pozzo Garitta dove sono passati alcuni fra i più importanti artisti del Novecento. La mostra costituisce un’occasione imperdibile per visionare gli ultimi lavori dell’artista che da anni ha scelto il nostro paese come sua seconda dimora. Le opere in mostra spaziano dai suoi caratteristici lavori informali in acrilico e paglia su tavola, fino a giungere agli ultimi paesaggi surreali di borghi liguri, raffigurati ognuno in una precisa tinta monocromatica. La mostra proseguirà fino al 28 febbraio con il seguente orario: dalle 16 alle 19.

Per avere maggiori informazioni sull’artista è possibile consultare i siti www.circolodegliartistialbisola.it e www.neacsuart.ro, oppure contattare direttamente l’artista all’indirizzo di posta elettronica [email protected] o scrivere a [email protected]

Neacsu, 63 anni, è originario di Bran, nel distretto di Brasov, che si trova nella regione storica della Transilvania. Dopo gli studi presso il Liceo d’Arte di Targu Mures, nel 1975 si è laureato in pittura all’Università di Belle Arti di Cluj-Napoca, in Romania. Successivamente, attraverso un rigoroso iter richiesto dal suo Paese, ha ottenuto il riconoscimento di Artista Professionista, divenendo membro dell’U.A.P. (Unione degli Artistici Plastici della Romania). Giovanissimo, si è avviato alla carriera artistica portando avanti un’intensa attività espositiva, che lo ha visto presentarsi sia in mostre personali che in eventi artistici di rilevanza nazionale e internazionale. Ha inoltre partecipato, come artista ospite e come organizzatore, a numerosi eventi artistici internazionali.

 

“ La sua ricerca – dice il critico d’arte Pascal Mc Lee- muove dalla consapevolezza di un’armonia presente nel cosmo e in ogni suo aspetto. Realizza opere pittoriche e grafiche, nelle quali la struttura materica e astratta si affiancano e si sdoppiano dialogando. Accanto alla produzione pittorica, si dedica alle opere su carta, dove il segnico-cromatico diviene gesto e scrittura”.

Ora per Neacsu questa importante mostra albisolese: “Esporre a Pozzo Garitta- ci spiega il critico d’arte e giornalista Adalberto Guzzinati- per un artista è un po’ come andare a Sanremo per un cantante: si tratta per molti di un punto di arrivo. Una mostra in questa prestigiosa sede è come una medaglia al valore, una soddisfazione assai notevole perchè da Pozzo Garitta sono passati tanti grandi artisti. In oltre sessant’anni di vita infatti l’associazione albissolese ha sostenuto, lanciato e contribuito all’affermazione di tanti grandi nomi del mondo artistico contemporaneo”.

E’ impossibile ricordarli tutti, ma vale qui la pena citare fra i tanti Mauro Reggiani, Antonio Siri, Giacomo Lusso, Emilio Scanavino, Emanuele Luzzati, Angelo Ruga, Aldo Pagliaro, Ansgar Elde, Lacy Freund, Attilio Cicala, Aurelio Caminati, Giuseppe Capogrossi, Roberto Crippa, Giuseppe Mazzotti, Bartolomeo Tortarolo, Carlo Sipsz, Federico Quatrini, Carlos Carlè e Dino Gambetta. Al Circolo hanno esposto oltre mille artisti di 100 nazioni.

Negli anni hanno aderito al sodalizio centinaia di artisti pittori, ceramisti, incisori, scultori, poeti, illustratori, scrittori, disegnatori, noti e sconosciuti. Anche in questi ultimi anni Pozzo Garitta ha contribuito a far conoscere e lanciare grandi nomi come Vandercam, Caldanzano, Franchini, Garelli, Bocca, Broggini, Piombino, Porcù, Assetto, Cardazzo, Quatrini, Rambaldi, Rossello, Salino, Strada, Giannici, Sabatelli, Raimondi, Gatti, Pizzichini, Oliveri, Sciutto, Peluffo, Parini, Bonelli, Sulewic, Cherchi, Dangelo, Ortega, Massa, La Spesa, Accarini, Moiso e Lorenza Rossi Lasab, solo per citarne alcuni. “Questo nostro circolo è davvero pieno di artisti ed amici sempre entusiasti- dice il presidente del sodalizio Antonio Licheri- ed è davvero quasi incredibile che dopo sessant’ anni il fascino albissolese per tanti resti così forte ed immutato”.
CLAUDIO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO