‘Ndrangheta solo a XXMiglia, Scullino assolto

0
CONDIVIDI
dia DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA
dia DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA
Assolto l’ex sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino: non ha mai favorito la ‘ndrangheta

GENOVA. 10 DIC. Aula bunker blindata oggi a Genova per il processo sulla ‘ndrangheta nell’imperiese. Secondo i giudici, l’associazione mafiosa esiste a Ventimiglia, ma non a Bordighera. Condannati i Marcianò, assolti l’ex sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino e il manager comunale Marco Prestileo (già assolti in primo grado).

Le condanne della Corte d’Appello: Giuseppe Marcianò (15 anni e quattro mesi), ritenuto il capo della ‘ndrina locale di Ventimiglia, il figlio Vincenzo Marcianò (7 anni), Omar Allavena (7 anni), Giuseppe Gallotta (14 anni), Annunziato Roldi (7 anni), Vincenzo Marcianò (nipote di Giuseppe, 7 anni e sei mesi). Le assoluzioni: Antonio Palamara, che in primo grado era stato condannato a 14 anni, Antonio Barilaro, sette anni in primo grado, Roberto Pellegrino, 10 anni e sei mesi in primo grado.
Tra gli altri, condannato anche l’agente di polizia penitenziaria Enzo Giammicchia, accusato di favoreggiamento per aver portato messaggi in galera tra i fratelli Giovanni e Roberto Pellegrino. L’agente è stato condannato a due anni e due mesi, mentre era stato assolto in primo grado.
Gli imputati, a vario titolo, erano accusati di associazione a delinquere di stampo mafioso, usura, estorsione, traffico di droga e armi.

LASCIA UN COMMENTO