‘Ndrangheta, Piana (Lega): legalità e più controlli, ma avanti con grandi opere

0
CONDIVIDI
operazione dello Sco e della Dia in Liguria, arrestato sindaco di Lavagna ed ex parlamentare
Lega Nord Liguria: legalità e controlli, ma grandi opere devono andare avanti
Lega Nord Liguria: legalità e più controlli, ma grandi opere devono andare avanti

GENOVA. 19 LUG.  La Lega Nord Liguria si schiera per la legalità, con le forze dell’ordine e gli investigatori della Dia, che all’alba di oggi hanno fatto scattare 40 arresti per ‘ndrangheta in tutta Italia, di cui 14 in Liguria.

Il capogruppo regionale del Carroccio Alessandro Piana stamane ha commentato così il blitz coordinato dalla Dda: «La ‘ndrangheta esiste a Genova e in Liguria, dove in parte c’è il mondo di sotto. Chi sostiene il contrario va contro i fatti accertati dagli investigatori della Direzione distrettuale antimafia, ai quali vanno i nostri ringraziamenti per l’ottimo lavoro svolto. Non è certo tacendo sui fatti che si combatte la criminalità organizzata. Nella nostra regione, non è la prima volta che vengono arrestati personaggi di spicco delle cosche calabresi.

Tuttavia, le grandi opere, strategiche e vitali per lo sviluppo del nostro territorio che è uno dei più penalizzati in Italia come infrastrutture, devono andare avanti. Non possiamo piegarci alla criminalità organizzata e porre ostacoli alle opportunità di ammodernamento della Liguria. Occorre invece, a questo punto, tenere alta la guardia sui lavori del Terzo Valico e su altre realtà, dove la lunga mano della ‘ndrangheta può trovare terreno fertile per coltivare il suo malaffare.

 

Il Gruppo della Lega Nord continuerà a lavorare nell’interesse dei cittadini onesti e del territorio: i delinquenti sono una cosa, lo sviluppo è un’altra. Infine, nella ricorrenza dell’anniversario della morte di Paolo Borsellino e degli agenti della sua scorta, avvenuta il 19 luglio 1992, rivolgo un pensiero al grande magistrato antimafia, ai poliziotti e alle loro famiglie».

 

 

LASCIA UN COMMENTO