Navebus, Pegli raccoglie le firme

0
CONDIVIDI
Per il servizio navebus di Pegli, berrino e Rixi trovano altri 170mila euro: servizio salvo
I pegliesi raccolgono le firme per il Navebus
I pegliesi raccolgono le firme per il Navebus

GENOVA. 7 DIC. In questi giorni decine di persone hanno affollato lo slargo davanti ai cancelli di Villa Durazzo Pallavicini, per firmare la petizione da consegnare all’assessore regionale ai trasporti Giovanni Berrino e scongiurare lo spettro di un taglio di 270mila euro, essenziale per garantire il servizio della Navebus.

Si tratta di un trasporto importante dall’approdo pegliese di Molo Archetti a Caricamento in uso non solo per i pendolari.

Nel periodo estivo i turisti stranieri si spingono lontano dal centro per vvedere Genova dal mare: si tratta di un panorama unico dal 2007 al prezzo di un biglietto Amt, che ora rischia di finire accantonato, se non verranno trovati i fondi regionali per proseguire anche nel 2016.

 

La soppressione del navebus incrinerebbe un tentativo di sistema del ponente volta alla valorizzazione della zona soprattutto per il turismo per quanto riguarda le ville storiche, le vallate e quant’altro soprattutto di Pegli.

E se da una parte arrivano le rassicurazioni dell’assessore Berrino, dall’altra i residenti hanno già raccolto oltre mille firme il tutto per chiedere al Comune di rivedere i parametri fissati dal bando di assegnazione.

Il Navebus di AMThttps://www.amt.genova.it/rete_e_orari/navebus.asp

LASCIA UN COMMENTO