Nautico, doccia fredda di Calenda: Accordo o niente soldi

0
CONDIVIDI
Nautico 2015. La visita del ministro Calenda

ROMA. 6 SET. Un monito che sa tanto di doccia fredda arriva sul Nautico di Genova da parte del ministro allo Sviluppo economico, Carlo Calenda a Roma durante la Summer School di Confartigianato.

Il Salone Nautico di Genova esordisce il ministro: “non riceverà un euro l’anno prossimo se non ci sarà l’accordo tra le due associazioni Ucina e Nautica Italia”.

“Dando vita a due associazioni che hanno litigato tra loro – spiega il ministro – il Salone è sprofondato”.

 

Poi in generale parlando delle fiere e della loro importanza Calenda ha spiegato che “sono fondamentali”, ma non è necessario che ogni provincia abbia la sua.

L’interesse è quello di puntare su una trentina di quelle più importanti, a cui concere i finanziamenti: “Vogliamo investire sulle cose che funzionano. Quelle che non funzionano, prima funzionano e poi diamo loro i soldi”.

LASCIA UN COMMENTO