Nasce Alisa, super Asl cinque in uno: governance unica dal 1° ottobre

2
CONDIVIDI
Al lavoro all’Asl ginecologo arrestato violenza
Ospedale Imperia Asl 1: Sonia Viale istituisce la governance unica per tutte le aziende sanitarie locali della Liguria
Ospedale Imperia Asl 1: Sonia Viale istituisce la governance unica per tutte le aziende sanitarie locali della Liguria

GENOVA. 3 GIU. “Abbiamo rispettato il cronoprogramma che ci eravamo posti con l’avvio del percorso del Libro Bianco lo scorso 15 febbraio, anche con un po’ di anticipo”. Lo ha dichiarato oggi la vicepresidente e assessora regionale alla Salute Sonia Viale, durante la presentazione della proposta di legge di istituzione di A.Li.Sa – Azienda Ligure Sanitaria Regione Liguria e degli indirizzi per il riordino del sistema sanitario regionale, approvata dalla giunta regionale.

“Abbiamo approvato la prima parte della riforma sanitaria e sociosanitaria – ha spiegato Viale – con il varo del testo sulla governance, una delle criticità maggiori che abbiamo riscontrato in questi tre mesi di incontri sul territorio dove ogni Asl operava come una repubblica a sé, senza un’effettiva azione che potesse dare medesime procedure, evitare sprechi, fornire omogenee risposte ai bisogni dei cittadini.

Con la creazione di A.Li.Sa, in cui confluirà Ars e che sarà pienamente operativa dal 1° ottobre, diamo una governance unica a tutte le cinque Asl che saranno mantenute perché è importante che il territorio ligure abbia comunque la possibilità di affrontare i problemi delle comunità con articolazioni più vicini ai cittadini, potenziando il rapporto ospedale-territorio nell’ottica dell’integrazione dei servizi sociosanitari”.

 

A.Li.Sa avrà un proprio direttore generale, un direttore sanitario ma nella prima fase avrà un commissario.

I prossimi step che porteranno al completamento della riforma sanitaria e sociosanitaria sono: l’approvazione di A.Li.Sa e degli indirizzi di riordino del sistema sociosanitario regionale entro agosto in consiglio. Subito dopo la giunta regionale approverà il testo unico della riforma sanitaria che riguarderà oltre al riordino delle leggi in materia, la riorganizzazione dei distretti sociosanitari, l’integrazione ospedale territorio nelle Asl e la modifica delle procedure di controllo e accreditamento. Da settembre, quindi, inizierà la discussione della seconda parte della riforma.

 

 

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO