Home Cronaca Cronaca Genova

Musulmana minaccia di morte la figlia: non puoi vivere all’Occidentale. Salvata dai carabinieri

12
CONDIVIDI
Lacrime con il velo

GENOVA. 7 LUG. Secondo i genitori viveva troppo all’Occidentale e quindi, per anni, l’avevano minacciata pretendendo che cambiasse stile di vita. Un’immigrata egiziana di 21 anni l’altroieri ha trovato il coraggio di denunciare la madre ai carabinieri di Genova per le continue vessazioni subìte e le minacce ricevute, anche di morte.

I militari hanno avviato le indagini e segnalato il caso alla procura.

La 21enne era accusata, in particolare dalla madre, di non osservare le tradizioni musulmane e quelle del Paese di origine.


Addirittura, la donna islamica aveva imputato alla figlia di avere offeso tutta la famiglia non sposando un egiziano ed andando a convivere con un italiano da cui adesso aspetta un figlio.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la 21enne era riuscita ad andare via di casa dopo aver compiuto i 18 anni. Dalla cittadina sulla costa del Tigullio si era quindi trasferita nell’entroterra genovese con il compagno italiano.

Quando la madre ha saputo che la figlia era incinta, anziché tentare un riavvicinamento ha ricominciato a minacciarla, anche di morte.

Inoltre, durante un incontro casuale, avvenuto pochi giorni fa per strada a Genova, la musulmana avrebbe sostanzialmente aggredito fisicamente la figlia, costringendola a scappare e quindi a denunciare in lacrime i fatti ai carabinieri: “Sto per diventare madre e ho il diritto di vivere con la mia famiglia senza paura, come tutte le altre”.

 

12 COMMENTI

  1. E poi si parla di integrazione ….sono i primi a non volersi integrare !!! portano qui i loro bambini e pretendono di farli vivere come al loro paese !!!! statevene a casa se non accettate altre culture !!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here