Muratore evade 2 milioni in tre anni e finisce nei guai

0
CONDIVIDI
La GdF durante un controllo
La GdF durante un controllo
La GdF durante un controllo

IMPERIA. 27 GEN. Un muratore viveva con qualche lavoro saltuario nella zona di Ventimiglia e in Francia.

Per la guardia di finanza però non era così, bensì era un un artigiano capace di evadere il fisco per due milioni di euro in soli tre anni, dal 2011 al 2014.

Il muratore, amministratore unico di una società a responsabilità limitata, non risulta avere mai emesso ricevute fiscali nè effettuato la dichiarazione dei redditi.

 

Le verifiche in banca hanno confermato che il muratore pur avendo un importante volume di affari non aveva mai pagato le tasse.

Per questo è stato segnalato all’Agenzia delle Entrate per l’omessa dichiarazione di ricavi di due milioni di euro e un’Iva da versare all’Erario di oltre 150 mila euro nonchè una consistente evasione dell’imposta regionale sulle attività produttive di 80 mila euro.

L’uomo è stato denunciato alla procura di Imperia per il reato di omessa dichiarazione dei redditi.

LASCIA UN COMMENTO