Movida violenta, aggredito un omosessuale: denuncia di Arcigay Genova

1
CONDIVIDI
Un 19enne omosessuale genovese ha raccontato di essere stato aggredito nei vicoli della movida perché ha reagito agli insulti contro i gay
Un 19enne omosessuale genovese ha raccontato di essere stato aggredito nei vicoli della movida perché ha reagito agli insulti contro i gay
Un 19enne omosessuale genovese ha raccontato di essere stato aggredito nei vicoli della movida da altri ragazzi eterosessuali perché ha reagito agli insulti contro i gay

GENOVA. 8 MAG. Movida violenta. Da domani, per tutta la settimana, a Genova è in programma il “Life Festival, storie di vita omosessuale” con il simpatico sondaggio sulla parola genovese “Buliccio” ma dal capoluogo ligure arriva anche l’allarme per l’ultima azione omofoba in danno di un ragazzo gay. Un diciannovenne omosessuale genovese ha raccontato su Facebook che l’altra notte è stato percosso nei caruggi perché ha reagito agli insulti di altri ragazzi eterosessuali.

L’episodio è stato denunciato oggi anche dal presidente di Arcigay Genova Claudio Tosi, che ha commentato: “Un atto gravissimo”.

“Con grande dispiacere apprendiamo che nella notte fra venerdì 6 e sabato 7 maggio – ha spiegato Arcigay sull’omonimo sito web – ha avuto luogo a Genova un’altra aggressione di stampo omofobo. Dopo l’aggressione avvenuta al capolinea dell’autobus di piazza Caricamento l’estate scorsa e dopo la recente aggressione di Sampierdarena, arriviamo al terzo grave atto di omofobia in meno di un anno. Questa volta un gruppo di ragazzi è stato aggredito verbalmente nei luoghi della movida del centro storico e uno di loro, di 19 anni, dopo aver risposto alle offese, è stato attaccato e percosso”.

 

 

1 COMMENTO

  1. Ma io dico….dimostrare la propria ignoranza…queste cose alimentano i kompagni e grullini nelle loro proposte. Ma lasciate perdere,ognuno faccia la sua vita….può scappare da ridere quando se ne vede uno,ma poi basta. Non alimentiamo ste cose per dare possibilità ad altri di farne questioni….importanti e distrarci da quei problemi veri che toccano tutti.

LASCIA UN COMMENTO