Morte Avv. Corini, la sorella Marzia è libera

0
CONDIVIDI
L'avvocato Marco Valerio Corini. La sorella che era ai domiciliari è stata liberata
L'avvocato Marco Valerio Corini. La sorella che era ai domiciliari è stata liberata
L’avvocato Marco Valerio Corini. La sorella che era ai domiciliari è stata liberata

LA SPEZIA. 29 APR. Marzia Corini, il medico anestestista posta agli arresti domiciliari con l’accusa di aver causato la morte del fratello, l’avvocato Marco Valerio, malato di tumore in fase terminale, iniettandogli dosi di antidolorifici, è libera.

Il giudice, mantenendo il divieto di espatrio, ha accolto la richiesta del suo difensore Anna Francini nonostante il parere contrario della Procura.

Il medico è indagato per omicidio volontario aggravato e falso in testamento in concorso con l’avvocato Giuliana Feliciani.

 

Secondo la procura avrebbe accelerato la morte del fratello, avvenuta il 25 settembre scorso, a 51 anni, dopo aver distrutto il primo testamento, favorevole alla giovane fidanzata, una ragazza di 22 anni delle Seychelles, ed averne scritto un altro, a suo vantaggio, una settimana prima del decesso del fratello.

La Corini era stata arrestata a febbraio, al rientro di uno dei suoi viaggi di lavoro, con l’accusa di omicidio volontario, accusa rafforzata da una contestazione dsull’eredità del fratello.

Nell’indagine è stato indagato l’infermiere, un dipendente dell’Asl pisana, che avrebbe fornito al medico gli antidolorifici.

Il medico ha sostenuto due interrogatori ribadendo sempre la sua innocenza.

LASCIA UN COMMENTO