Home Economia Economia Italia

MOODY’S PER L’ITALIA NEL 2014 PIL IN CONTRAZIONE DELLO 0,1%

0
CONDIVIDI
Moody's

moodysMILANO. 12 AGO. Arriva un nuovo colpo di accetta di Moody’s, la società privata con sede a New York che esegue ricerche finanziarie e analisi sulle attività di imprese commerciali e statali.

Moody’s, nelle sue stime, dopo il ritorno in Italia delle recessione, vede una chiusura a fine anno un pil in contrazione dello 0,1%.

L’Italia chiuderà il 2014 con un Pil in contrazione dello 0,1% contro il +0,5% stimato in precedenza, e mancherà entrambi gli obiettivi governativi di deficit/Pil collocandosi al 2,7% quest’anno e il prossimo, con “rischi significativi ulteriori di sforo”.


In particolare Moody’s, vedrebbe per riforme Italia più complicate con una crescita debole: “La crescita più debole del previsto complica il passaggio e la realizzazione dell’agenda di riforme strutturali del governo Renzi”, dove “la lentezza nel procedere sulle riforme suggerisce che la popolarità del governo non si è ancora tradotta in spinta politica”.

Secondo l’agenzia di rating, con le sue affermazioni il Commissario alla spending review, Carlo Cottarelli, avrebbe rivelato “le difficoltà dell’Italia nel rendere permanenti le riduzioni di spese di fronte alla pressione politica”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here