Molière in scena alla Corte con Tullio Solenghi

0
CONDIVIDI
George Dandin con Tullio Solenghi
George Dandin con Tullio Solenghi
George Dandin con Tullio Solenghi
George Dandin con Tullio Solenghi
George Dandin con Tullio Solenghi

GENOVA. 20 NOV. Presentato stamattina lo spettacolo George Dandin  che sarà in prima nazionale martedì 24 novembre (fino al 6 dicembre) al Teatro della Corte. Uno spettacolo che vede ancora una volta protagonista un attore molto caro al Teatro Stabile di Genova, Tullio Solenghi. La regia è quella di Massimo Mesciulam.

“ Vogliamo tenere più aperti possibile i teatri  in rispetto ai fatti di Parigi– dice il direttore Angelo Pastore- la cultura è la nostra risposta alle barbarie avvenute in questi giorni”.

E così, casualmente,  il Teatro Stabile di Genova rende onore alla Francia con questa commedia di Moliere che a sentire il regista è una delle più ben congeniate del grande drammaturgo francese.” George Dandin è priva di lacune, un meccanismo perfetto- afferma Massimo Mesciulam- quando ho letto il testo mi sono chiesto cosa fosse opportuno stanare da un testo del settecento per renderlo universale, ed ho trovato che l’universalità in quest’opera di Moliere sta nello sprofondamento del protagonista nell’incubo del tradimento. Questo sentimento ci porta inevitabilmente a considerare il rapporto dell’uomo con la verità. Mi è subito venuto in mente il personaggio del Sig. K nel Castello e nel Processo di Kafka dove esiste più che mai la tragedia nel farsesco”.

 

Tullio Solenghi, protagonista dello spettacolo, tra una battuta e l’altra, diverte già la platea e conferma il suo piacere di essere nuovamente nel teatro che lo ha formato e dove si sente “fra amici”.

Ma in conferenza non si è parlato solo dello spettacolo, il direttore ha infatti fatto presente altre cose importanti come la collaborazione con il Conservatorio Paganini che porterà alle prime di quattro spettacoli in programma ( tra cui questo) studenti musicisti e cantanti ad eseguire musiche attinenti a quanto si vedrà dopo.

Si è anche parlato della solita buona usanza del Teatro Stabile di contribuire attraverso i suoi abbonamenti di Natale ad aiutare un ente o un’associazione volta a fini sociali ed umanitari. Questa volta “Regala un abbonamento a prezzo ridotto” donerà una serata alla comunità di Sant’Egidio.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO