Home Politica Politica Genova

Mitico prof. Becchi: immigrati che ci pagano le pensioni? Una cagata pazzesca

28
CONDIVIDI
Il professor Paolo Becchi

GENOVA. 7 LUG. L’Europa? Ci hanno lasciati soli a fronteggiare l’invasione: la Ue è morta. L’emergenza va affrontata anche affondando i barconi (ovviamente vuoti) in Libia. Gli immigrati che ci pagano le pensioni? Una cagata pazzesca!”.

Lo ha dichiarato oggi su Facebook il professore dell’Università di Genova, Paolo Becchi, che è intervenuto anche alla trasmissione televisiva Agorà di RaiTre.

L’esperto ha inoltre attaccato l’accordo truffa CETA tra Ue e Canada, schierandosi dalla parte del Consorzio dei Produttori del Basilico Genovese, di Coldiretti e della Lega Nord che con Matteo Salvini hanno dato battaglia a Bruxelles: “Il Ceta? Ennesima legge contro il made in Italy e la sovranità dell’Italia”.


Poi, è andato giù duro sull’incontro fra i ministri dell’Interno della UE avvenuto nei giorni scorsi a Tallinn per fronteggiare l’invasione dal Nordafrica: “Cosa siamo andati a fare a Tallinn? A farci prendere per il culo. Ora basta con questo governo di pusillanimi! Elezioni subito!”. E sullo Ius Soli: “Solo un parlamento di abusivi e di clandestini può approvare lo Ius Soli nella situazione attuale”.

https://www.facebook.com/PaoloBecchiOfficial/?hc_ref=PAGES_TIMELINE&fref=nf

28 COMMENTI

  1. Gli immigrati “ci pagano la pensione”? Falso, solo di welfare costano 16 miliardi
    Ecco quanto spendiamo solo di welfare per gli stranieri Uno studio dimostra che entro trent’anni i conti non torneranno.Secondo i dati della stessa Inps, nel 2015 gli stranieri che percepivano pensione erano 81.619. Di questi, 49.852 (il 61%) incassano pensioni assistenziali che non prevedono il versamento di alcun contributo. Altri 9.071 percepiscono assegni di indennità o civili (anche questi ottenibili senza contributi) e solo nei casi di incidenti sul lavoro il soggetto garantito ha l’obbligo di aver versato contributi all’Inps. Vabbè ma ora li aiutiamo a casa loro……….!!!!!!!!!!

  2. Gli immigrati servono x abbassare il costo del lavoro ….loro lavorano x pochi euro e l’italiano dovrà sottostare altrimenti non lavorera’ più ….o loro o noi !!! Questa è è sara’ l’Italia !!! E una tecnica !!

  3. Stranamente il prof ha ragione ,basterebbe che i nostri giovani trovassero un lavoro vero !! Invece gli immigrati ci costano oltre i famosi 35 euro anche il costo delle navi che le vanno a prendere pure il personale dei centri ,per poi ritrovarseli con il cellulare in mano fuori dai negozi a chiedere elemosina

  4. Gli immigrati regolari che lavorano regolarmente sono veramente pochi e per il lavoro che svolgono versano poche centinaia di euro all’INPS… ha ragione a dire che quello che ci vogliono far credere è una “cagata pazzesca”… giustissimo, prof. Becchi!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here