Minacce di morte a manager di Esaote, indaga la Digos

0
CONDIVIDI
L'inaugurazione della nuova sede Esaote sulla collina degli Erzelli
L'inaugurazione della nuova sede Esaote sulla collina degli Erzelli
L’inaugurazione della nuova sede Esaote sulla collina degli Erzelli

GENOVA. 8 GIU. A Genova nel 2012 fu gambizzato l’amministratore delegato di Ansaldo nucleare Roberto Adinolfi. Ora nel mirino ci sarebbe un manager di Esaote, che avrebbe ricevuto minacce di morte.

E’ stato quindi istituito un servizio di vigilanza di polizia e carabinieri. Inoltre, l’azienda avrebbe deciso di rinforzare la sorveglianza con una squadra di “angeli custodi” privati.

Sul caso sta lavorando la Digos genovese, che sta studiando anche le tre lettere minatorie, piene di contenuti specifici e particolari sulla vita e sulla famiglia del manager, per risalire agli autori delle minacce.

 

Fino all’anno scorso, l’azienda trasferitasi agli Erzelli era stata al centro di forti tensioni sindacali, ma i poliziotti stanno seguendo ogni possibile pista investigativa.

LASCIA UN COMMENTO