Milano, successo per Ennesima alla Triennale

0
CONDIVIDI
In mostra 75 fra i più rappresentativi artisti del Secondo Novecento
In mostra 75 fra i più rappresentativi artisti del Secondo Novecento

MILANO. 6 DIC. Sette mostre in una, 170 opere di grande livello, per cercare di esplorare gli ultimi 50 anni dell arte contemporanea italiana. E’ questo in estrema sintesi il programma di “Ennesima”, ospitata alla Triennale di Milano ed a cura di Vincenzo de Bellis, con la direzione artistica di Edoardo Bonaspetti, Curatore della Triennale Arte.

Un allestimento che sta ottenendo un notevole successo di pubblico e di critica e che si estende sull’ intero primo piano della Triennale di Milano: “ Si tratta- dicono gli stessi organizzatori- di un evento che cerca di far conoscere le più importanti innovazioni del gusto artistico dagli Anni Sessanta ad oggi”. La mostra proseguirà fino al 6 marzo con il seguente orario: dal Martedi alla Domenica dalle 10 e 30 alle 20 e 30.

Il titolo dell’evento prende ispirazione da un’opera di Giulio Paolini, Ennesima (appunti per la descrizione di sette tele datate 1973), la cui prima versione è suddivisa in sette tele. Da qui il numero di progetti espositivi in cui si articola la mostra di de Bellis per la Triennale: sette mostre autonome, intese come appunti o suggerimenti, che cercano di esplorare differenti aspetti, collegamenti, coincidenze e discrepanze, nonché la grammatica espositiva della recente vicenda storico-artistica italiana. Il percorso di Ennesima inizia con la collettiva tematica dal titolo “Per la scrittura di un’immagine”, focalizzata sull’analisi della centralità dell’iconografia nella produzione artistica italiana dagli anni Sessanta a oggi, per proseguire con la mostra collettiva su un movimento artistico intitolata “L’immagine della scrittura: Gruppo 70”, poesia visuale e ricerche verbo-visive e dedicata alla Poesia Visiva.

 

Questi i nomi degli artisti in esposizione: Vincenzo Accame, Vincenzo Agnetti, Alessandro Agudio, Mario Airò, Yuri Ancarani, Giorgio Andreotta Calò, Francesco Arena, Stefano Arienti, Massimo Bartolini, Gianfranco Baruchello, Vanessa Beecroft, Alighiero Boetti, Monica Bonvicini, Lupo Borgonovo, Ugo Carrega, Elisabetta Catalano, Maurizio Cattelan, Giuseppe Chiari, Francesco Clemente, Roberto Cuoghi, Danilo Correale, Gino De Dominicis, Patrizio Di Massimo, Luciano Fabro, Lara Favaretto, Vincenzo Ferrari, Linda Fregni Nagler, Giuseppe Gabellone, Alberto Garutti, Francesco Gennari, Paolo Gioli, Massimo Grimaldi, Adelita Husni-Bey, Emilio Isgrò, Jannis Kounellis, Ketty La Rocca, Mario Airò, Vincenzo Buonaguro, Matteo Donati, Stefano Dugnani, Giuseppina Mele, Chiyoko Miura, Liliana Moro, Andrea Rabbiosi, Bernhard Rüdiger, Antonello Ruggieri, Adriano Trovato, Massimo Uberti, Francesco Voltolina, Marcello Maloberti, Lucia Marcucci, Nicola Martini, Fabio Mauri, Mario Merz, Marisa Merz, Eugenio Miccini, Luca Monterastelli, Liliana Moro, Maurizio Nannucci, Alek O., Martino Oberto, Luigi Ontani, Luciano Ori, Giulio Paolini, Pino Pascali, Diego Perrone, Alessandro Pessoli, Lamberto Pignotti, Vettor Pisani, Michelangelo Pistoletto, Paola Pivi, Luigi Presicce, Carol Rama, Pietro Roccasalva, Andrea Romano, Gianni Emilio Simonetti, Rudolf Stingel, Santo Tolone, Franco Vaccari, Francesco Vezzoli, Luca Vitone.

“Ennesima- dice il noto giornalista ed espertop d’arte Adalberto Guzzinati- è una occasione davvero imperdibile per gli appassionati dell’Arte contemporanea per vedere riuniti ben 75 grandissimi artisti internazionali che hanno segnato con le loro opere e la loro sensibilità la storia dell’arte negli ultimi sessant’anni”.
CLAUDIO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO