Milan-Genoa, Gasperini “Partita Difficilissima a San Siro”

0
CONDIVIDI
Gasperini
Gasperini
Gasperini

GENOVA 14 FEB. Gira la ruota del tempo. Tre vittorie su tre nelle ultime sfide con il Milan. E l’occasione di centrare un poker memorabile, com’è dolce accarezzare l’idea, con chi ha fatto la storia del calcio mondiale. Una partita difficilissima, però da giocare. “Il Milan è cresciuto a livello di prestazioni rispetto a un girone di andata più altalenante” afferma mister Gasperini. “Penso che Mihajlovic e tutto il Milan abbiano compiuto un ottimo lavoro. Ha cambiato tanto in estate, puntando su elementi italiani e questo è un aspetto che mi piace. Non è mai semplice risalire da situazioni delicate, vuol dire che hai valori morali importanti. Ritroveremo dall’altra parte giocatori che hanno dato tanto al Genoa e a cui sono rimasto affezionato per quello che hanno trasmesso a me, alla squadra e all’ambiente. Soprattutto Kucka, Bertolacci e Antonelli che sono stati parecchio con noi. Sono giocatori di spessore e mentalità che tutti vorrebbero avere. Niang è stato qui pochi mesi dimostrando di volersi mettere alla prova. Sono contento stia facendo bene. Questa con il Milan è un bella prova per noi, compresi i nuovi arrivati. In Serie A ti capita di giocare al Meazza e se non è al Meazza è lo Juventus Stadium, l’Olimpico o il San Paolo. Dobbiamo giocare una partita notevole sotto l’aspetto atletico e tecnico. Contro queste squadre serve esprimersi al massimo per provare a metterle in difficoltà. Veniamo da una bella striscia di risultati con il Milan, speriamo di continuare perché ne abbiamo più bisogno che mai. In questi anni abbiamo vinto un po’ con tutte. Il conto globale è in negativo, ma quando si vince vale tantissimo. Per portare un giocatore nelle condizioni migliori, penso che conti la continuità di prestazione in partita, più ancora che fare affidamento sugli allenamenti. Alcuni dei nuovi non sono arrivati in condizioni brillantissime, qualcuno era fermo da tempo, perciò è importante allenarli ma anche farli giocare. Le caratteristiche di Matavz sono note e ha alle spalle campionati importanti. Munoz è convocato, ma vedremo. Non giocherà dall’inizio perché arriva da una settimana complicata. Lo portiamo in ritiro sperando che domenica stia meglio”.

LASCIA UN COMMENTO