ARCHIVIO

Migranti violenti, agente aggredito ci rimette la milza: vince partito anti polizia

IMPERIA. 21 AGO. Violenza, risse e migranti pericolosi in Riviera. Un agente di polizia in servizio al commissariato di Sanremo stanotte ha subìto l'asportazione della milza, dopo essere stato gravemente ferito durante un controllo di tre giovani tunisini ubriachi. Non risulta in pericolo di vita.

Durante l'aggressione alle forze dell'ordine è rimasta ferita anche la capo pattuglia, che è stata minacciata di morte dai maghrebini. Per fortuna, le sue condizioni sono meno gravi e quindi la poliziotta è stata dimessa con una prognosi di cinque giorni.

Uno dei tre stranieri è stato arrestato e stamane, nonostante i precedenti specifici, dopo il patteggiamento della pena è stato condannato a 10 mesi di reclusione con scarcerazione immediata ed obbligo di firma.

L'altro connazionale, pare irregolare in Italia, è stato acchiappato. Al momento, si trova in stato di fermo di polizia giudiziaria e nei suoi confronti potrebbe scattare l'arresto per lesioni gravissime. Mentre è ancora aperta la caccia al terzo nordafricano, che sembra essere svanito nel nulla.

La pattuglia del Commissariato di Polizia di Sanremo è stata aggredita ieri sera durante un intervento richiesto dai cittadini nella zona di Bussana, dove davanti ad un supermercato i nordafricani ubriachi stavano disturbando i passanti ed i residenti.

Alla vista delle divise, anziché calmarsi, i tre maghrebini hanno reagito al normale controllo con violenza inaudita spaccando anche una portiera della volante. L'agente di polizia ha ricevuto un colpo al torace che gli ha provocato la frattura di alcune costole e la grave ferita alla milza, poi asportata dai medici durante l'operazione chirurgica.