Migranti in via Venti, ribellione a Tursi: Doria portateli in casa tua

28
CONDIVIDI
Il sindaco di Genova Marco Doria in Sala Rossa a Palazzo Tursi
Il sindaco di Genova Marco Doria in Sala Rossa a Palazzo Tursi
Palazzo Turis: il sindaco di Genova Marco Doria in Sala Rossa

GENOVA. 6 SET. Immigrati in 700 metri quadrati nella prestigiosa via Venti Settembre. Anziani e bimbi di famiglie genovesi indigenti nelle periferie degradate e nei caruggi, assediati dalla criminalità.

“Vergogna, Doria portateli in casa tua. Stop invasione”.

Oggi decine di cittadini, dalla tribuna riservata al pubblico, hanno protestato in Sala Rossa per la decisione di insediare i migranti al civico 11 di via XX Settembre.

 

Giovedì spetterà al giudice accogliere o meno il provvedimento d’urgenza chiesto dai condomini che, per questioni di cedimenti strutturali ed altre carenze, hanno chiesto d’urgenza lo stop ai lavori di ristrutturazione dei 700 metri quadrati in cui saranno messi circa 25 stranieri.

La giunta comunale Doria appoggia la decisione della Prefettura, mentre la giunta regionale Toti ha parlato di una scelta “sciagurata” e l’assessore regionale al Commercio Rixi ha partecipato a una raccolta di firme contro l’insediamento dei migranti nella via dello shopping.

Il problema oggi è stato affrontato in consiglio comunale grazie a un’interrogazione a risposta immediata, presentata dai consiglieri Stefano Balleari (FdI) e Alessio Piana (Lega Nord) che si sono schierati a fianco della cittadinanza. L’assessore Emanuela Fracassi ha risposto, in sintesi, che la giunta Doria non ha intenzione di fare nulla per allontanare gli immigrati.

 

 

28 COMMENTI

    • pienamente ragione, il genovese e cosi, anzi l italiano e cosi….per questo e altri motivi non saremo mai uniti per scacciare il pd e la feccia clandestina da genova, perche ognuno pensa al suo piccolo spazio vitale finche un bel giorno ops…mi vogliono mettere i clandestini vicino casa,forse e meglio che mi sveglio………………

    • INFATTI NESSUNO MOSSE UN DITO QUANDO CI FU LA FACCENDA DELLA MOSCHEA AL LAGACCIO!! CHE COSTO HAI REDIDENTI 25.000 EURO TRE INFARTI E UN MORTO!! SE NE FOTTERONO TUTTI!! IDIOTI!!

    • Il problema appartiene a tutti ormai loro sono sparsi un po ovunque e comunque si spostano e si incontrano dappertutto, chiedendo elemosina in modo anche insistente , Il centro cittadino poi, appartiene a tutti noi per questo credo sia un problema di ordine collettivo

  1. SIG.ANDREA PARODI PRIMA DI APRIRE LA BOCCA SI DOCUMENTI PER I CLANDESTINI CI SIAMO MOSSI IN V. EDERA. IN V.CAFFARO. IN V.LUGO. IN S.CROCE E ANDREMO AVANTI FORSE LEI NON SI SARÀ MOSSO SOLO CRITICHE MA FATTI NIENTE E CI SIAMO ANCHE MOSSI PER LA MOSCHEA A VOLTE SI FA PIÙ BELLA FIGURA A TACERE,

  2. la deriva nazi-comunista vi ha devastato il cervello. aprite gli occhi e smettetela di rompere le palle con queste orde di clandestini. andate ad aiutarli a casa loro se vi piacciono tanto, fosse per me non farei nemmeno arrivare i barconi in Italia, bloccati in altro mare e ritorno diretto in Africa. Non ve ne frega proprio niente del degrado che provocano?! Pazzesco

  3. QUI’ NON SI TRATTA DI XENOFOBIA O NAZIFASCISTA QUI’ SI TRATTA PRIMA I PROPRI CITTADINI DOPO GLI ALTRI COME FANNO IN TUTTI GLI ALTRI STATI, VEDI CANADA VEDI AUSTRALIE ACC.. PERCIO’ PRIMA DI SPARARE CAZZATE PENSACI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! NON CHE TUTTI QUESTI EXTRACOMUNITARI CHE STA MANICA DI LEGERE FA VENIRE DA NOI A NON FARE UN CAZZO E DELINQUERE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  4. Non è esatto dire che paga la UE la UE contribuisce con una quota e l altra la mette lo stato ospitante x obligo della UE
    Ma è anche vero che noi oltre alle tasse italiane pachino le tasse alla UE e basta col buonismo non se ne può più
    I soldi se li mangia lo stato prima di arrivare a destinazione come per qualsiasi cosa
    Ma qui si esagera andando li a prenderli appena salpano per i nostri politici e solo un bisnes che sta mandando in rovina l Italia intera ed anche molti emigrati regolari che devono sottostare ad insulti x colpa di finti profughi

LASCIA UN COMMENTO