Migranti in via Venti: Regazzoni (Pd) contro i genovesi

19
CONDIVIDI
Il candidato sindaco per le primarie del Pd a Genova, Simone Regazzoni

GENOVA. 5 OTT. Migranti in via Venti Settembre. Residenti e commercianti di via Venti Settembre si difendono e lottano come possono contro le imposizioni dettate dall’alto, prevaricazioni, soprusi ed ingiustizie. (v. articoli precedenti).

Oggi alcuni buonisti di Arci, Consorzio Agorà e Pd, si sono schierati contro i condomini del civico 11, ma i genovesi sono finiti anche nel mirino di Simone Regazzoni, autocandidato sindaco del Pd, che sulla sua pagina Facebook ha postato: “Si discute e ci si confronta su tutto. Ma i valori fondamentali che ci costituiscono come consesso civile e, prima ancora, come uomini non possono essere toccati. Mai. Perché se mettiamo in discussione quelli non resta niente. Si intervenga immediatamente per garantire l’allaccio dell’acqua ai migranti di via XX Settembre, e si metta subito fine a questa farsa ignobile che lede i diritti fondamentali di alcune persone e la dignità di tutti. La politica poi si svegli e cominci a capire che la questione migranti a Genova o viene governata in modo rigoroso o ci porta al disastro”.

Solo alcuni giorni fa, invece, l’ex portavoce di Raffaella Paita e il tesoriere regionale del Pd Giovanni Battista ,avevano detto: “Toti, Maroni e Zaia hanno presentato la “Carta di Genova” sull’immigrazione. E’ un tema su cui la sinistra non può continuare a balbettare o a fare discorsi edificanti. La batosta elettorale della Merkel è un monito per tutti quelli che pensano che la questione immigrazione non influisca sul voto. Noi siamo stati i primi, a livello nazionale, a porre la questione di una svolta nelle politiche sull’immigrazione del Pd. Perché così non si può andare avanti. La svolta è partita da Genova”.

 

 

19 COMMENTI

  1. Per coloro che si sorprendono e rimangono allibiti da un comportamento del genere , mi devono spiegare se tra queste ‘poverine’ persone che arrivano e che usufruiscono di tetto, caldo, acqua, cibo, ricarica telefonica, 2,50 € al giorno, wii fi, bici ecc…, ci sono bambini e / o donne malate, affamate, disperate ..se costoro che arrivano non chiedono come prima cosa il wii fi ma si preoccupano di avere una coperta e un piatto di minestra, se costoro arrivano nuotando oppure pagando migliaia di euro agli scafisti e rimpiguando le casse della malavita, se questi possano mai pensare di trovare lavoro , gia’ che non esiste per noi e invece di rubare , o fare delinquenza magari vendendo prodotti contraffatti e dando un danno economico alle nostre attivita’ possano pensare di contribuire alla crescita del Pil di questo paese….
    Se pensate il contrario , non e’ colpa mia..vivete nei sogni e basta !
    La chiamo ipocrisia, e /o interesse in qualche attivita’ correlata oppure non vi e’ ancora bruciato il c***

    • CARO SIGNORE I NOSTRI VECCHI NON SONO SCAPPATI DALLA GUERRA MA ANNO DIFESO L’ITALIA VICEVERSA QUESTI CHE VOI DIFENDETE VENGONO QUI E VOGLIONO IMPORRE IL LORO STILE DI VITA E DELINQUERE PERCIO’ FUORI DAI COGLIONI QUELLI CHE ANNO VERAMENTE BISOGNO SONO POCHSSIMI E QUI’ CE NE’ UNA MAREA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

LASCIA UN COMMENTO