Migranti:Cittadini dal Prefetto per un progetto di accoglienza condiviso

1
CONDIVIDI

savona_panoramicaSAVONA. 4 AGO. Cittadini a colloquio con il Prefetto per collaborare in maniera costruttiva ad un’accoglienza sostenibile dei migranti e richiedenti asilo.

Come richiesto negli scorsi giorni da un gruppo di cittadini savonesi, si è svolto oggi, giovedì 4 agosto, l’incontro con il prefetto di Savona dott. Mancini e alcuni rappresentanti del gruppo sopra citato in merito alla questione migranti nella città di Savona. All’incontro erano presenti anche il sindaco di Savona dott.ssa Caprioglio e il vice sindaco Arecco.
Il prefetto ha presentato la situazione non come un’emergenza ma come un dato di fatto a cui occorre far fronte, in modo condiviso e con le specificità di chi intende collaborare in modo costruttivo senza pregiudizi o preconcetti di sorta – ha spiegato la delegazione di cittadini – Siamo sicuri che lavorando in quest’ottica, pur in ambiti diversi, si potranno mettere in campo iniziative volte ad elaborare un progetto condiviso come dal dott. Mancini auspicato. Il comitato, appena sorto, ha accolto dunque l’invito del sig . Prefetto a dare la massima diffusione ad ogni iniziativa che vada nel senso di costruire un’accoglienza vera, socialmente sostenibile e il più condivisa possibile dalla cittadinanza.
Siamo convinti che la buona politica, delle Istituzioni e dei cittadini stessi, possa costruire ponti tra le persone, attraverso il dialogo, nell’interesse di tutte le persone”.

Nel pomeriggio, invece, nel Palazzo Comunale, assieme al Vice Sindaco Arecco il Sindaco Ilaria Caprioglio ha ricevuto una delegazione di residenti della zona Conca Verde

 

“In entrambi i casi, dal Prefetto e in Comune, abbiamo spiegato e riaffermato la posizione dell’Amministrazione Comunale sulla tematica immigrazione, anche alla luce dei recenti sviluppi legati alla sospensione del progetto ‘hub’ sul nostro territorio” – ha spiegato Ilaria Caprioglio – Non siamo contrari all’accoglienza, ma siamo a favore di un’accoglienza bene organizzata,gestita nei modi e nei tempi giusti, che garantisca realmente rispetto e integrazione. Alla delegazione della Conca Verde, inoltre, abbiamo fornito tutte le rassicurazioni del caso, – prosegue la Prima Cittadina – ricordando che la gestione dell’immigrazione non è competenza dei singoli Comuni, ma evidenziando che, fin dal primo giorno, questa Amministrazione Comunale sta lavorando per trovare la migliore soluzione possibile e per scongiurare l’eventualità della realizzazione di un ‘hub’ per migranti sul proprio territorio”.

1 COMMENTO

  1. Dovreste vergognarvi. E poi volete esporre il crocifisso in comune??
    Spero che la Chiesa ve lo proibisca ed il papa vi scomunichi.

LASCIA UN COMMENTO