Migranti chiusi senz’aria in un furgone

0
CONDIVIDI
Cinque clandestini trovati dentro casse in un tir
Tragedia sfiorata alla frontiera di Ventimiglia dove si trovavano dieci profughi
Tragedia sfiorata alla frontiera di Ventimiglia dove si trovavano dieci profughi

IMPERIA. 3 OTT. Tragedia sfiorata alla frontiera di Ventimiglia dove la Polizia ha intercettato un furgone dove si trovavano dieci migranti provenienti dal centro di prima accoglienza.

Nel furgone non c’era aria tanto che uno dei profughi, un minore, era in evidente sofferenza respiratoria.

La Polizia ha arrestato i due passeur francesi di origine maghrebina che guidavano il mezzo.

 

Nei loro confronti l’accusa è di favoreggiamento all’immigrazione clandestina aggravato.

I profughi, che sono stati assistiti e rifocillati dalla polizia, hanno riferito che i due li avevano contattati nel centro di prima assistenza allestito alla stazione ferroviaria di Ventimiglia.

Qui avrebbero proposto loro il passaggio oltreconfine fino a Mentone, dietro compenso di circa 100 euro a persona. Poi li hanno caricati sul furgone con targa francese e li avrebbero chiusi dentro con un grosso lucchetto.

Quando i poliziotti hanno fermato il furgone alla barriera sono stati costretti a perquisire il mezzo per trovare le chiavi del lucchetto, in quanto i due francesi sostenevano di non esserne in possesso.

Le chiavi sono state poi trovate sotto il tappetino del posto di guida.

LASCIA UN COMMENTO