Mercato Spezia, Ds Fusco “Catellani e Calaio’ partiranno”

0
CONDIVIDI
Tifosi dello Spezia
Tifosi dello Spezia
Tifosi dello Spezia

LA SPEZIA 25 GIU. E’ toccato al DS Pietro Fusco enunciare quelle che saranno le strategie dello Spezia nella lunga finestra di mercato che aprirà il 1 luglio: “I nostri obiettivi? Io corro sempre per vincere, mai per perdere, ma ciò non vuol dire che per farlo bisognerà per forza spendere 20 milioni di euro, bensì dovremo muoverci con intelligenza, rispettando quelli che sono i parametri del campionato cadetto; sicuramente l’obiettivo minimo sarà quello di consolidarci tra le squadre di testa, ma le parole in estate lasciano il tempo che trovano, sarà il campo a parlare per noi.

Abbiamo a disposizione una rosa pressochè completa, con giocatori del calibro di Migliore, il terzino più forte della categoria, Terzi, Valentini, Postigo, Errasti, Pulzetti e Piccolo, giocatore che ritengo essere il più forte di tutto il campionato, ma non dimentichiamoci dei nostri validissimi giovani, come i rientranti Ceccaroni e Bastoni, oppure Vignali, Saloni, Crocchianti, Okereke, Ciurria e Maggiore, il quale però dovrà fare il proprio percorso in quanto ’98, ma è un ragazzo in cui crediamo tantissimo e che verrà in ritiro a Norcia.

Nessuno si deve aspettare una rivoluzione, gli innesti saranno pochi e mirati, mentre per quanto riguarda i calciatori attualmente tesserati, tutti verranno in ritiro, non ci sono problemi con nessuno ed anzi, dobbiamo solamente ringraziare chi nella scorsa stagione ha portato lo Spezia ad un passo dalla Serie A.

 

Costruiremo una squadra improntata sul 4-3-3, puntando su Iemmello come punta centrale; ho parlato con il ragazzo, lui non ha mai detto di non voler tornare allo Spezia ed al momento posso tranquillamente dire che non ci sono problemi di nessun tipo.

Calaiò? E’ un calciatore da 15-20 gol in Serie B, ma noi abbiamo preso una decisione ed è quella di puntare su Iemmello, pertanto nello stesso discorso rientra anche Andrea Catellani.

Sciaudone? Poche chance di vederlo in maglia bianca. Aspetto prettamente economico, il calciatore è un professionista ed anche moralmente è difficile chiedere ad un ragazzo di rinunciare ad un ingaggio che si è guadagnato con fatica sul campo. Per noi resta una priorità, ma se non riusciremo a portarlo nuovamente in riva al Golfo, faremo altre scelte e saranno sicuramente all’altezza della situazione.

Juande? E’ un ragazzo eccezionale, se ci darà la disponibilità a lavorare per trovare una diversa collocazione in campo potrebbe far parte del gruppo, ma di questo ne parleremo in ritiro.

Chichizola? E’ lecito che il ragazzo ambisca ad una massima serie, ha un contratto con noi fino al giugno 2017, se arriverà una società che vorrà acquistarlo ci metteremo a tavolino, ma ad oggi non ho avuto contatti con nessuno, le cifre le stabiliremo con chi lo richiederà.

Cosa manca? Cerchiamo un calciatore che attacchi la profondità, dotato di una corsa lunga. Situm aveva le stesse caratteristiche di Piccolo, ma noi ora cerchiamo qualcuno come Zoran Kvrzic, calciatore che continuiamo a monitorare, che ci piace e che se dovesse rinnovare con il Rijeka potrebbe essere un’opzione per noi”.

LASCIA UN COMMENTO