Home Economia Economia Genova

Mercato auto usate in grande ripresa: +5,3% a giugno

0
CONDIVIDI
Mercato auto usate in grande ripresa: +5,3% a giugno

GENOVA. 18 LUG. La crisi economica allenta le sue briglie e il mercato torna lentamente a una situazione positiva: frutto di un rinnovato potere di spesa delle famiglie, a sua volta risultato di un mercato occupazionale migliore rispetto al passato. Ed ecco che mercati come quello automobilistico, in particolar modo quello delle auto usate, tornano a risplendere. Infatti, il mercato delle macchine di seconda mano si sta riprendendo moltissimo rispetto agli ultimi anni. Questo è dovuto non solo dalla leggera ripresa dell’economia ma anche per la presenza di nuovi canali di acquisto come il digitale e ovviamente per il risparmio economico non indifferente.

Marcato auto in Italia: cifre e informazioni utili

Ci ha pensato l’Aci a dare un volto alla crescita del mercato automotive di seconda mano in Italia: secondo i dati raccolti, infatti, il settore è andato incontro a una crescita pari al +5,3% a giugno, per quanto riguarda i nuovi passaggi di proprietà, con un rapporto di 123 auto di seconda mano ogni 100 auto nuove. Le cifre rimangono di tutto rispetto, anche a giugno al primo semestre del 2017: qui la crescita dei passaggi di proprietà si attesta su un ottimo +3,5%, con un rapporto automobili usate – automobili nuove pari a 135 su 100. Inoltre, tali dati sono stati confermati anche dal bollettino Auto-Trend promosso da Automobile Club Italia, che a sua volta si è basato sui numeri promossi dal PRA.


Consigli per acquistare un’automobile usata

Il primo consiglio per fare un acquisto consapevole è visionare quanti più annunci possibili: su portali online come automobile.it, dove ci sono migliaia di annunci di auto usate, è possibile impostare vari filtri e ordinare i risultati per prezzo, rendendo la ricerca rapida ed efficiente. Una volta trovata un’auto, è sempre una buona idea chiedere a un meccanico professionista di visionarla per evitare truffe, come la manomissione del contachilometri. A seguire, si consiglia di analizzare il pianale e la carrozzeria (per verificare l’assenza di ruggine), lo stato di salute delle marce e delle sospensioni, e ovviamente il motore.

Procedure e documenti per l’acquisto

Uno degli aspetti probabilmente più noiosi di una compravendita auto sono le procedure burocratiche. In primo luogo, entro 60 giorni dalla stipula del contratto di vendita, è necessario fare il passaggio di proprietà del veicolo presso la Motorizzazione Civile. Questa pratica può essere fatta da soli oppure tramite un’agenzia che fa da intermediario. Anche la carta di circolazione del veicolo dev’essere aggiornata, seguendo le medesime tempistiche. Ma quali sono i costi da affrontare? Il costo del passaggio di proprietà insieme a una serie di altre spese per non incorrere nell’illegalità e per evitare eventuali multe: parliamo dell’imposta di bollo pari a 29,24 euro e della marca da bollo, che invece costa 14,62 euro. Infine, ecco le commissioni: la Motorizzazione richiede una spesa di 9 euro, mentre l’ACI di 20,92 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here