Mense scolastiche, M5S: panino da casa non è soluzione

0
CONDIVIDI
Il consigliere regionale del M5S Andrea Melis

GENOVA. 20 OTT. Il gruppo regionale del M5S oggi ha sollevato  la questione “del panino” , dopo la sentenza di Corte di Appello di Torino relativa alla refezione scolastica.

“Le implicazioni nell’aprire alla distribuzione del pasto domestico – ha spiegato il consigliere regionale Andrea Melis – sono ampie e la Regione ha recentemente esaminato tutte le potenziali criticità oltre che pianificare un documento di indirizzo per tutti i comuni.
Si deve tenere presente che una sentenza di corte di appello come quella “del panino” nasce da un problema specifico. Un problema di qualità della mensa di alcune scuole a Torino che ha lecitamente preoccupato i genitori: è stato avviato questo percorso ma non aveva in origine l’obiettivo che ora si sta prefigurando.
L’approccio dev’essere inverso: puntare a migliorare il servizio mensa , ampliare l’offerta del servizio nel rispetto di abitudini religiose, alimentari e intolleranze oltre che promuovere diete più equilibrate e prodotti del territorio.
Assumere che la mensa non va bene e passare al pasto da casa è una resa su tutti i fronti. Anzi, un assist ai Comuni spesso in difficoltà economiche per pensare di ridurre o eliminare il servizio mensa nelle scuole come oggi lo conosciamo.
Secondo la sentenza, rimane comunque a carico dei Dirigenti Scolastici la responsabilità della scelta organizzativa e, quindi, se autorizzare o meno il pasto domestico. Attendiamo gli sviluppi ma la preoccupazione sull’educazione alimentare dei nostri figli è forte: una volta nelle scuole la cucina era come quella “di casa”, ora di casa ci sarà il panino?”.

 

LASCIA UN COMMENTO