Home Cronaca Cronaca Savona

MELGRATI CHIEDE I CANI ANTIDROGA NEL WEEKEND PER ALASSIO

0
CONDIVIDI
Cinofili della Gdf arrestano spacciatore di metanfetamina

gdf_cane_antidrogaGENOVA. 28 GIU. “Dopo i due anni di assoluto lassismo della amministrazione di sinistra guidata da Avogadro ad Alassio si è riproposto un fenomeno che da tempo non si vedeva più…orde di giovani che il sabato e la domenica sbarcano dai treni, provenienti dalle grandi città del nord dell’Italia, e di notte bivaccano e dormono sulle spiagge libere e sul molo, ora che lo stesso è stato riaperto dall’amministrazione del Sindaco Canepa, dopo due anni di vergognosa chiusura. I capannelli di giovani che hanno preso le spiagge libere di Alassio per un dormitorio consegnano, al mattino della domenica, una immagine  indegna per la “perla della riviera”. Spesso i fumi dell’alcol (e forse non solo) fanno sì che vengano presi di mira arredi urbani e chioschi bar, come è accaduto nel recentissimo passato”. Così dichiara il Consigliere regionale del Pdl Marco Melgrati, ex sindaco di Alassio che prosegue: “il sospetto poi che circolino dosi di droga fra questi giovani fa si che sia alta la preoccupazione per questo fenomeno. Come Consigliere Regionale e come ex sindaco ho scritto quindi al Questore Dott. Vittorino Grillo, al Comandante Provinciale dei Carabinieri Col. Giovanni Garau e per conoscenza a Sua Eccellenza il Prefetto Gerardina Basilicata per chiedere, come deterrente, e con funzione di prevenzione, l’intervento delle unità cinofile della Polizia di Stato e/o dei Carabinieri; questo in attesa della risposta del Ministro dell’Interno Angelino Alfano alla mia lettera-richiesta sul potenziamento estivo del personale delle forze dell’ordine, a mezzo di aggregati, che porterebbe ad una migliore copertura del territorio, nel periodo in cui la popolazione di Alassio passa da 11/12.000 abitanti a 60.000, senza contare quanti gravita sulla cittadina il sabato sera, attratti dalla “movida” alassina che si sta riprendendo, forse per il diverso “clima che si respira in Città”.

“Ho apprezzato il servizio istituito sia da Polizia che dai Carabinieri di pattugliamento a piedi della zona pedonale del “budello” e non solo, che costituisce sicuramente un deterrente e un presidio importante, gradito a residenti e turisti, con la presenza di agenti in divisa per le vie pedonali della città, a conferma della nomea di “isola felice” che Alassio ha sempre avuto e che deve continuare ad avere”conclude Marco Melgrati.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here