Medici, sciopero nazionale, possibile blocco strutture

0
CONDIVIDI
Il 16 dicembre c'è lo sciopero nazionale dei medici del Servizio Sanitario Nazionale
Il 16 dicembre c'è lo sciopero nazionale dei medici del Servizio Sanitario Nazionale
Il 16 dicembre c’è lo sciopero nazionale dei medici del Servizio Sanitario Nazionale

ROMA. 15 DIC. L’intenzione è quella di salvare il Servizio Sanitario Nazionale, così domani, mercoledì 16 dicembre, i medici incroceranno le braccia per lo sciopero generale dell’intera giornata.

Sono circa 200 mila i camici bianchi interessati dalla protesta, ed a rischio ci sono visite, interventi chirurgici ed assistenza, mentre saranno comunque garantite le urgenze.

Complessivamente, sarebbero a rischio circa 2 mln di prestazioni sanitarie, tra visite ed esami di laboratorio, e fino a 40mila interventi chirurgici.

 

“Lo sciopero – secondo i sindacati – si oppone ai tagli delle prestazioni erogate ai cittadini e all’indifferenza del governo ai problemi della Sanità mentre, allo stesso tempo, viene rivendicata la salvaguardia di un Servizio sanitario nazionale e pubblico dignitoso”

Sciopero nazionale dei Medici del SSN
Sciopero nazionale dei Medici del SSN

A Roma i medici protesteranno anche con un sit-in, a partire dalle ore 11.00, all’Ospedale San Camillo di Roma.

Poi se le cose non si risolveranno i sindacati promettono battaglia con due giornate di sciopero a Gennaio.

Di parere opposto il ministro della Sanità Beatrice Lorenzin conferma di aver trovato i fondi necessari per assumere fino a 6mila medici ed infermieri: “Abbiamo cambiato il sistema delle assunzioni, non più legate alla legge sulla responsabilità dei medici e cioè alla riduzione della medicina difensiva. I fondi arriveranno dai risparmi generati da altri provvedimenti entrati in stabilità: su appropriatezza, centrali uniche di acquisto e piani di rientro delle Asl in deficit”. (nell’immagine: il volantino con le motivazioni espresse dai medici e dai sindacati per lo sciopero).

 

LASCIA UN COMMENTO