Home Spettacolo Spettacolo Genova

Mdlsx dei Motus inaugura il Life Festival

0
CONDIVIDI
Mdlsx dei Motus inaugura il Life Festival

GENOVA. 5 MAG. Sabato 6 maggio 2017alle ore 18.30 nel  foyer della sala Aldo Trionfo del teatro alla Tosse viene ufficialmente dichiarato aperto il festival LIFE | persone oltre il genere alla presenza di autorità, amici, volontari e attivisti. Intervengono Marco Doria, Sindaco di Genova – Domenico Lazzaro, Direttore artistico di LIFE festival – Gabriele Piazzoni, Segretario Arcigay nazionale – Amedeo Romeo Direttore Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse – Carla Peirolero, Festival e Compagnia Suq.

Mentre la stessa sera alle ore 21.30  nella sala Aldo Trionfo è in programma Mdlsx dei Motus, spettacolo in collaborazione con Teatro dell’Archivolto con Silvia Calderoni,  per la regia di Enrico Casagrande e Daniela Nicolò.La  drammaturgia è stata curata da Daniela Nicolò e Silvia Calderoni.

Motus nasce nel 1991 ed è una compagnia nomade e indipendente, in costante movimento tra Paesi, momenti storici e discipline. I fondatori  sono Enrico Casagrande e Daniela Nicolò, due persone animate dalla necessità di confrontarsi con temi, conflitti e ferite dell’attualità, che fondono scenicamente arte e impegno civile attraversando immaginari che hanno riattivato le visioni di alcuni tra i più scomodi “poeti” della contemporaneità.


MDLSX è ordigno sonoro, inno lisergico e solitario alla libertà di divenire, al middle sex, al gender b(l)ending, all’essere altro dai confini del corpo, dal colore della pelle, dalla nazionalità imposta, dalla territorialità forzata, dall’appartenenza a una Patria. Di “appartenenza aperta alle Molteplicità” scriveva R. Braidotti in “On Becoming Europeans”, avanzando la proposta di una identità post-nazionalista.

Ed è verso la fuoriuscita dalle categorie – tutte, anche artistiche – che MDLSX tende. È uno “scandaloso” viaggio teatrale di Silvia Calderoni che – dopo 10 anni con Motus – si avventura in questo esperimento dall’apparente formato del Dj / Vj Set, per dare inizio a una esplorazione sui confini. In MDLSX collidono brandelli autobiografici ed evocazioni letterarie e sulla confusione tra fiction e realtà; MDLSX oscilla – da Gender Trouble a Undoing Gender. Citiamo Judith Butler che, con “A cyborg Manifesto” di Donna Haraway, il “Manifesto Contra-sexual” di Paul B. Preciado e altri cut-up dal caleidoscopico universo dei Manifesti Queer, tesse il background di questa Performance-Mostro.

Seguirà After Party

FRANCESCA CAMPONERO

Costo biglietto: 14 euro

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here