Maxi truffa anziani per 30 milioni, arrestato prete furbetto

1
CONDIVIDI
Monsignor
Monsignor
Monsignor Patrizio benvenuti arrestato ai domiciliari dalla Guardia di Finanza per una truffa da 30 milioni di euro in danno di anziani

GENOVA. 10 FEB. Secondo la Guardia di Finanza, ha raggirato 300 persone per 30 milioni di euro. Pertanto, un prete di origini argentine, è stato arrestato per la maxi truffa.

L’inchiesta “Opus” dei finanzieri di Bolzano, che ha portato all’arresto di monsignore Patrizio Benvenuti, è partita dalla segnalazione di una suora, ex collaboratrice del prelato. Benvenuti, in passato cappellano militare presso la Scuola di Telecomunicazioni delle Forze Armate a Chiavari, è stato messo ai domiciliari in un appartamento di Genova.

Il prelato 64enne è accusato di avere raggirato amici e fedeli prevalentemente residenti all’estero e per lo più in età avanzata. Secondo gli investigatori, gli anziani versavano i soldi al sacerdote per la sua fondazione umanitaria Kepha, che finivano però in un sofisticato meccanismo finalizzato al riciclaggio tra persone, società estere e italiane.

 

La Guardia di finanza ha sequestrato Villa Vittoria, una lussuosa dimora risalente nelle mura al 1465, a Piombino, di proprietà della Fondazione Kepha, del valore di circa 8 milioni di euro, utilizzata dal prelato.

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO