Home Cronaca Cronaca Genova

MARTEDI’ 25 GIUGNO ASSEMBLEA DEI LAVORATORI DEL COMUNE DI GENOVA

0
CONDIVIDI

" title=GENOVA. 24 GIU. Domani, martedì 25 giugno presso la sede della UIL di via Garibaldi 14, dalle 13:00 alle 18:00 si svolge un’assemblea dei lavoratori del Comune di Genova organizzata da Fp Cgil Cisl Fp Uil Fpl.

L’assemblea verterà sulle seguenti problematiche:

– Mancata risposta alle molte richieste formulate all’amministrazione relative al funzionamento dei servizi.


– Mancata risposta sui corrispettivi economici derivanti dall’applicazione degli accordi e dei contratti.

-Mancata informativa sull’andamento del Bilancio comunale con la conseguente ricaduta sull’organizzazione, il funzionamento dei servizi e sulla cittadinanza.

– Mancata presentazione di microstruttura e ridefinizione dei carichi di lavoro a seguito dell’approvazione della macrostruttura.

– Nessuna quantificazione dei fondi del contratto decentrato a fronte di servizi resi, anche aggiuntivi, senza previsione della dovuta corresponsione economica.

– Adozione di comportamenti, da parte di Direttori e Dirigenti, impropri su modifiche ad orari, turni, reperibilità e luoghi di lavoro, rispetto agli accordi vigenti.

– Applicazione unilaterale e mancanza di comunicazione:

–       In merito all’approvazione di una delibera di Giunta sulle nuove procedure di mobilità interna non rispettosa delle intese sindacali derivanti da un serrato confronto che aveva prodotto un dettagliato documento condiviso dalle OOSS,  finalizzato ad un governo equo e trasparente della riorganizzazione messa in atto e che assume come faro dell’amministrazione (che dice di richiamarsi ai valori del centro-sinistra e della solidarietà verso gli ultimi) la Legge Brunetta.

–       In merito al previsto esodo di 70 lavoratori, indicato senza nessun processo informativo o concertativo/negoziale con le OO.SS. attuato senza nessuna certezza di evitare una possibile, anche se non certa, decurtazione economica sulle pensioni e senza nessuna valutazione e discussione  sulle conseguenti ricadute sui servizi e sulla relativa Organizzazione del Lavoro;

–       In merito alle  problematiche relative al funzionamento di gran parte dei servizi dell’Ente.

–       In merito alle estensioni delle attività esternalizzate  e ai processi  di riassorbimento del personale delle società partecipate e delle modalità del loro reimpiego sia per la sicurezza dei lavoratori che per quella degli utenti.

–       In merito ai processi di stabilizzazione dei c.d. “precari storici”, attualmente in scadenza di contratto con il Comune di Genova.

–       In merito alla totale mancanza di organizzazione del lavoro che produce sconcerto all’interno della Polizia Municipale.

–       In merito alla chiusura di presidi e presenze dell’Ente sul territorio.

–       In merito alle modifiche dell’impiego del personale per la lotta all’evasione fiscale e tributaria con ingente danno insorgente per le finanze Comunali.

–       In merito alla corretta gestione dei distretti sociali con particolare riferimento alle pratiche di gestione della c.d. “social card”.

–       In merito alle modalità di gestione degli orari di apertura e delle finalità proprie dell’utilizzo delle Biblioteche Comunali e dei Civici Musei.

–       In merito alla gestione delle conseguenze che avrà la consistente riduzione dei fondi per il sociale sia sui dipendenti Comunali che su quelli del c.d. terzo settore e dei servizi alla persona.

–       In merito alla potenziale riduzione dell’offerta scolastica e dei nidi e del reale abbassamento della qualità dei servizi di sorveglianza e di ristorazione sia per i nidi,per le sezioni primavera e per le materne.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here