Home Cronaca Cronaca Genova

Marocchino indagato per terrorismo: su Fb obiettivi Torre Eiffel e Colosseo

2
CONDIVIDI
Un islamista: fucile mitragliatore in una mano e Corano nell'altra
Un islamista: fucile mitragliatore in una mano e Corano nell'altra
Un islamista: fucile mitragliatore in una mano e Corano nell’altra

GENOVA. 29 LUG. Abdelfettah Mezouari, l’immigrato marocchino arrestato due giorni fa per detenzione di sostanze stupefacenti, ma sospettato di essere un islamista, oggi è stato indagato per associazione con finalità di terrorismo.

L’iscrizione nel registro degli indagati, da parte della procura distrettuale di Genova, è legata al materiale che la polizia postale ha trovato nella memoria dello smartphone del pc dell’extracomunitario. Il marocchino viveva nel savonese ed era stato arrestato insieme al fratello.

Nelle immagini risultano chiari i riferimenti alla Jihad islamica. Sullo smartphone di Mezouari è stata trovata anche la foto di un islamico che indossa una cintura da cui escono alcuni cavi elettrici, come una sorta di cintura esplosiva. Sul profilo Facebook sono stati pubblicati due video. In uno si vede un jihadista che parla in arabo e poi incendia tre fantocci. Nell’altro, si nota un aereo che rappresenta il ramadan e compie un viaggio in cui vengono fatti vedere ai passeggeri alcuni possibili simboli che sarebbero da colpire, come la Torre Eiffel, il Colosseo, le Piramidi.

Gli investigatori dell’antiterrorismo ora stanno vagliando il materiale informatico di proprietà dell’altro fratello, Rafik.

 

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here