Marocchini abusivi sgomberati, disabile spezzino rientra in casa sua

4
CONDIVIDI
Folla di manifestanti a La Spezia contro gli abusivi immigrati: ripristinata la legalità, Bolleri rientrato in casa sua
Folla di manifestanti a La Spezia contro gli abusivi immigrati: ripristinata la legalità, Bolleri rientrato in casa sua
Folla di manifestanti a La Spezia contro gli abusivi immigrati: ripristinata la legalità, Bolleri rientrato in casa sua

LA SPEZIA. 15 APR. “Finalmente alla Spezia è stata ripristinata la legalità, Roberto Bolleri, legittimo assegnatario di una casa popolare che era stata indebitamente occupata, è potuto rientrare nel suo alloggio. Per questo non possiamo che esprimere soddisfazione per la risoluzione della vicenda, ma allo stesso tempo stigmatizzare con durezza quanto accaduto e fare in modo che non accada più. Per questo lancio un appello a tutte le Istituzioni affinché vi sia la massima collaborazione nel vigilare, perché non si ripetano situazione di illegalità”.

Lo ha annunciato oggi l’assessore regionale all’Urbanistica Marco Scajola, intervenendo in merito alla vicenda dell’alloggio popolare alla Spezia sottratto al legittimo assegnatario, in sua assenza, da dei marocchini abusivi e per il quale si era mossa la popolazione chiedendo a gran voce il ripristino della legalità a favore del diversamente abile spezzino.

“La Regione Liguria, anche attraverso il presidente Toti – ha detto Scajola – è immediatamente intervenuta, appena venuta a conoscenza della situazione assurda che si era determinata, ed era pronta a mettere a disposizione di Bolleri un nuovo alloggio, in attesa dello sgombero degli occupanti e della restituzione della casa al suo legittimo assegnatario. Fortunatamente non è stato necessario perché la vicenda si è sbloccata ed è stato possibile ripristinare una situazione di legalità. Auspichiamo comunque che tali fatti non debbano più accadere e, con la collaborazione di tutti, vigileremo affinché non accadano”.

4 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO