Marino Magliani, il suo nuovo libro al Museo Biblioteca dell’Attore

0
CONDIVIDI
Marino Magliani
Marino Magliani
Marino Magliani

GENOVA. 22 MAR. Domani, mercoledì 23 marzo alle ore 17,30 al Museo Biblioteca dell’Attore, via del Seminario 10, è in programma la presentazione del nuovo volume di racconti di Marino Magliani, Carlo Paz e altre mitologie private (Amos editore 2016). Interverranno Vittorio Coletti e Eugenio Buonaccorsi, alla presenza dell’autore.

Marino Magliani è uno scrittore dalla singolare personalità, che si divide tra la Liguria dove è nato e l’Olanda dove abitualmente risiede. Ha viaggiato a lungo tra Spagna e America Latina. Ha tradotto scrittori spagnoli e ispanoamericani. Ha pubblicato L’estate dopo Marengo (Philobiblon, 2003)), Quattro giorni per non morire (Sironi, 2006), Quella notte a Dolcedo (Longanesi, 2008), La Tana degli Alberibelli (Longanesi, 2009), Non rimpiango, non lacrimo, non chiamo, racconti a quattro mani con Vincenzo Pardini (Transeuropa, 2010), Canale Bracco (Fusta, 2015). Ha ricevuto il Premio Biamonti-Frontiere e il Premio Lerici Pea alla carriera. Dal romanzo Sostiene Pereira di Tabucchi ha tratto una Graphic Novel con le tavole di Marco D’Aponte (Tenué, 2014). Suoi racconti sono usciti su “Nuovi Argomenti”.

Carlos Paz e altre mitologie private è un insieme di racconti che si muovono come un romanzo, pieno di situazioni a volte estreme e di personaggi, e di luoghi che sono quelli olandesi, la costa inzuppata del Mare del Nord, le dune, il quartiere di Zeewijk, ogni tanto la Pampa, e soprattutto la West Side Liguria delle vallate profonde, e i collegi dove l’autore ha vissuto ed è cresciuto. In mezzo, notti di fuoco spagnole, carceri argentine, disperazioni e rovine, sogni di una Liguria in parte crollata e sepolta.

LASCIA UN COMMENTO