Marco Doria vota contro Lista Doria, psicodramma sindacale

8
CONDIVIDI
Comune: “Primocanale vuoe i soldi pubblici ma è di parte”
Oggi in Sala Rossa: psicodramma sindacale, Marco Doria vota contro la mozione presentata sul nuovo Galliera dalla Lista Doria
Oggi in Sala Rossa psicodramma sindacale: Marco Doria vota contro la mozione presentata dalla Lista Doria sul nuovo Galliera e il documento non passa, 18 voti contrari, 15 favorevoli, 3 astenuti

GENOVA. 16 FEB. Il consigliere di Sel Gian Pastorino esce definitivamente dalla maggioranza di centrosinistra che sostiene la giunta Doria: “dopo tre anni di tappeto del Pd e di Doria, me ne vado” nel gruppo misto, ormai affollatissimo di esuli del centrosinistra. Il sindaco Marco Doria vota contro la mozione presentata anche dalla Lista Doria sul nuovo Galliera. Il Pd, ossia la stampella di Doria, perde alcuni pezzi, ormai sempre più spesso schierati con M5S e doriani anti Pd. L’altro consigliere di Sel, Leonardo Chessa, si schiera pure lui con i doriani, pur non uscendo dalla ormai debole maggioranza.

Se i consiglieri fedelissimi del sindaco, in pieno contrasto col Pd di Simone Farello, vengono traditi dal sindaco e rimangono sbigottiti, quelli del centrodestra si strofinano le mani. Il consigliere M5S Paolo Putti riassume la situazione e bacchetta la giunta Doria: “Abbiate il coraggio di trarre le conseguenze”.

E’ avvenuto oggi in Sala Rossa. Roba da matti, ma è la politica genovese. Se volete, uno psicodramma sindacale post californiano.

 

Per la cronaca da comunicato stampa di Tursi: la mozione sulla “Verifica di congruità del progetto del nuovo ospedale Galliera con l’assetto assistenziale sanitario metropolitano e l’equità di acceso alle cure dei cittadini genovesi” presentata da Clizia Nicolella, Enrico Pignone (entrambi Lista Doria), Leonardo Chessa (Sel), Marianna Pederzolli (Lista Doria), Gian Piero Pastorino (Sel), Barbara Comparini, Antonio Gibelli, Luciovalerio Padovani (tutti Lista Doria), Gianpaolo Malatesta (Gruppo Misto), che “impegna sindaco e Giunta a convocare in tempi rapidi, ed entro la fase referente della conferenza di servizi, la conferenza dei sindaci per valutare il progetto del nuovo ospedale Galliera e a confrontarsi con la Regione, concorrendo alla programmazione sanitaria regionale e concedendo priorità agli investimenti per realizzare un’adeguata rete sanitaria per i cittadini del Ponente e della Valpolcevera”, è stata respinta con voti 18 contrari: Anzalone, Baroni, Caratozzolo (Gruppo Misto), Balleari e Campora (Pdl), Doria, Udc, Pd, Lista Musso; e 15 a favore: M5s, Fds, Lista Doria, Grillo (Pdl), Pastorino (Sel), Malatesta, Gozzi (Gruppo Misto) e 3 astenuti: De Benedictis, Mazzei (Gruppo Misto), Piana (Lega Nord). Fabrizio Graffione

8 COMMENTI

  1. Ma che “gruppo misto”!? Deve andarsene proprio,ha TRADITO i suoi elettori sto b…..!! Poi danno del ladro….mafioso…..fascista all’avversario volendo far credere che sia…..onesto?? FUORI DALLE C…. B…..,FUORI!!!Ora r… pure lo stipendio!!!

    • Incredibile, ma vero. Se lei non ci crede, controlli pure sul sito del Comune e sugli altri giornali online quello che combina il sindaco che forse lei ha votato, anziché fare disinformazione mettendo in dubbio le notizie vere

    • Penso che a lei Maria Grazia SARTI non debba interessare per chi ho votato la mia era una perplessità per quanto sta accadendo e prima di parlare bisognerebbe conoscere bene tutto

    • Adriana Morando No, infatti, non interessa a nessuno per chi ha votato lei. Se la sua era solo una perplessità ok, ma dal tenore e dal testo, mi sembrava che volesse mettere in dubbio una notizia vera. Per conoscere bene tutto, basta perdere un po’ di tempo sul web e informarsi su quello che sta accadendo nell’amministrazione della nostra bella città, abbandonata a se stessa da politici incapaci e dalla gente col paraocchi che ancora li sostiene

    • Adriana Morando Però il web, con la pluralità di notizie, aiuta tutti noi ad avere una buona panoramica. Sono d’accordo con lei: di gente col paraocchi ne esiste ovunque. Ognuno ha le sue idee. Sacrosante. Ci mancherebbe. Inaccettabile è invece chi nega di fronte all’evidenza dei fatti e fa disinformazione. Che Doria abbia votato contro la sua lista, è un fatto innegabile. Per quali motivi c’è dissenso fra sindaco e consiglieri doriani, si può credere a ciò che dice uno o agli altri.

LASCIA UN COMMENTO